Due ragazze e un Prato

Vista su Prato - 2016
Enrica Pavanetto

Stories by the “Creative Curious Travellers 2016” about the city of Prato. Thanks to: Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci | Camera di Commercio di Prato | USE-IT Prato | LeCù | Fonderia Cultart | Biscottificio Antonio Mattei | Cibino Take Away | Gelateria Fior di Sole | Apothéke Cocktail Bar | Dolci Amari | Caffè Vergnano | Camaloon | The GIRA.


PRATO Eccoci qua, io e la mia amica Alessia, sul treno che arriva in Stazione Centrale; poi in auto con Elena; poi nella casa dei #CCTravellers2016. Ci sentiamo attese e accolte come amiche, invece di due ragazze appena conosciute. Tutto richiama l’avventura appena iniziata: il messaggio di benvenuto sulla portafinestra a vetri della nostra camera, il cuore CCT appeso alla parete, i kit per i CCTravellers, l’ape calessino decorato alla “CCT”.

Due ragazze e un Prato - 2016

IL CENTRO STORICO

Sistemiamo le valigie, e via! Armate di spilletta CCT, ci avviamo alla scoperta di una soleggiata Prato. Ci orientiamo passeggiando insieme alla mappa USE-IT, utile e divertente. Esploriamo il centro storico, le sue botteghe e i caffè incastonati tra un negozio e l’altro; le vie sono abitate da tavolini e sedie, luogo privilegiato per chiacchiere in compagnia. Una bella atmosfera.

È per entrambe la prima volta a Prato e così girovagando per la città, curiosiamo dietro ad ogni angolo. Strano come una semplice gita fuori porta possa risvegliare un’amicizia, il conoscersi dato per scontato. A volte ci si dimentica di prendersi cura delle cose importanti, solo perché si è abituati ad averle lì, a portata di mano. Basta poco per perderle di vista, voltarsi e chiedersi come sia capitato. Un piccolo sforzo è sufficiente per tenerle vive, strette al cuore… quanto basta per non lasciarle andare troppo lontano.

I raggi del sole che sta per tramontare evidenziano i profili della città. Lo sguardo si ferma su dettagli nuovi, li studia e scruta con curiosità, come quando si osserva una persona ancora sconosciuta nel tentativo di leggerne i pensieri.

Tramonto su Prato - 2016

IL CENTRO PECCI

Nuovo giorno, nuova esplorazione. Il Centro Pecci ci aspetta! Saltiamo in ape calessino con Alessio, altro CCTzen, e sfrecciamo per le vie di Prato… anche oggi il bel tempo ha deciso di farci compagnia, ridiamo tanto da perdere il fiato. Il famoso centro per l’arte contemporanea ha inaugurato una nuova architettura che sorprende da lontano e che guarda la futuro. La mostra intitolata “La fine del mondo” è un intenso susseguirsi di forti sensazioni, nuovi significati, mille domande… è un’esperienza che rimarrà dentro di noi. [Per approfondire, leggi l’articolo: Il Centro Pecci e l’arte esperienziale]

La fine del mondo - Centro Pecci - Prato 2016

LA VICINA FIRENZE

Siamo arrivate da Venezia per visitare Prato – che dista una ventina di minuti in treno da Firenze. La tentazione è forte, così ne approfittiamo per salutare anche la vicina città. Ci facciamo rubare il fiato da David e poi camminiamo verso Piazzale Michelangelo. Qui lo sguardo si perde.

Gita a Firenze da Prato - 2016

PRATO by NIGHT

Rientriamo per sera e nonostante la stanchezza, Prato riesce a trattenerci ancora tra le sue vie. Le ricette pratesi ci attendono alla “vecchia cucina di Soldano“, storica trattoria. Passiamo una splendida serata in compagnia di Elena: condividiamo aneddoti ed esperienze, ascoltiamo la storia di CCT dagli inizi fino ad oggi, ci raccontiamo delle nostre città. Chiacchiere sommesse, bicchieri che tintinnano, risate e sguardi complici. Ancora due passi e ci intrufoliamo al bar Apothéke per assaggiare il “Cocktail Pecci” (ideato per l’arrivo dei CCTravellers in città) e brindare al nostro weekend toscano. Bob Marley in sottofondo.

Con CCT @ Apothéke Cocktail Bar - Prato 2016

PRATO è VERDE

Ultimo giorno a Prato: ora vogliamo apprezzarne la natura, i colori, i profumi. Scegliamo una passeggiata consigliata dalla fidata mappa USE-IT e dopo un po’ di street food toscano in Piazza Mercatale – Da I’ Mau I’ Trippaio! – cominciamo il lungo percorso. La salita e il sole cocente non sovrastano la meraviglia che ammiriamo passo dopo passo: i colli pratesi ci abbracciano coi loro colori sgargianti e profumi vivaci. È tutto vivo, è tutto pace. Non servono parole e nel silenzio della campagna, interrotto solo dal cinguettio degli uccelli, torniamo a casa per recuperare le nostre valigie e partire.

Vista su Prato - 2016

Arriva il momento dei saluti ma prima di risalire sul treno non perdiamo l’occasione di portar via con noi un dolce ricordo: fermata obbligatoria al Biscottificio Mattei per una confezione di cantucci o più… Sul vagone per Venezia, penso a quanto siamo state fortunate ad aver vissuto questa esperienza. Grazie CCT per averci regalato una vera scoperta, al prossimo viaggio!

Enrica Pavanetto