NEW YORK La Statua della Libertà. Times Square. L’Empire State Building. Il Ponte di Brooklyn. I taxi gialli. Oggi tutti fotografano i “classici” e condividono con tutto il mondo le loro foto sui social media. Quindi, cosa accade quando tutti i giorni, per tutto il giorno e da più angolazioni, questi luoghi simbolo vengono fotografati da tutti? Se mettessimo insieme quelle immagini, foto e video, potremmo vedere l’intera storia di un luogo. “Typologies of New York City” è un video di 57 secondi realizzato proprio in questo modo, utilizzando 1.272 foto della città trovate su Instagram, selezionate e combinate in un’animazione coerente dal creativo Sam Morrison (@SamTheCobra sui social media).

SEETIES Nel 2010, Erich Fisher ha utilizzato open data per creare queste mappe. Le destinazioni turistiche, città e luoghi, cambiano ogni anno e sarebbe interessante confrontare questa ricerca visiva con una versione aggiornata. Sarebbe anche interessante utilizzare questi dati e la loro visualizzazione per aiutare il turismo di massa a diffondersi nei territori con la missione da una parte di rendere le città troppo turistiche più vivibili per i cittadini e dall’altro lato di promuovere luoghi come periferie, quartieri dimenticati o villaggi che soffrono di spopolamento. “Tourists VS Locals” sta diventando una questione sempre più importante in tutto il mondo e dovremmo imparare ad usare la creatività anche per cercare di creare possibili soluzioni a questa contemporanea tensione urbana che qualcuno chiama sovraffollamenteo turistico o turismofobia. In questo articolo puoi sfogliare la galleria e scoprire di più sul progetto “The Geotaggers’ World Atlas Maps – Locals & Tourists” del data artist Eric Fisher.

PALERMO in quattro quartieri che non sono presenti in molte guide di viaggio: Costa Sud, Danisinni, ZEN (Zona Espansione Nord) e Isola delle Femmine. Quattro luoghi in cui palazzi, ville e turisti scompaiono a favore della vita quotidiana dei palermitani. Quattro brevi racconti nei disegni e nelle foto di Antoine Séguin & Iris Akram. #CCTravellers2018

PISTOIA Questa Domenica 30 Giugno 2019, ci vediamo a Castagno di Piteccio per il primo Borgo Museo Festival: un festival diffuso con varie attività creative e culturali, per grandi e piccoli, che animeranno, dalle 9 del mattino alle 2 di notte, ogni angolo del Borgo Museo di Pistoia! • Un progetto a cura di CCT-SeeCity per la Pro Loco di Castagno, con la compartecipazione del Comune di Pistoia. Felici ed emozionati, vi aspettiamo quindi a Castagno, insieme al CdP staff & agli Abitanti 🙂 #SeeCity & Love, CCTeam

Per riferirsi alla nascita del cosmo gli antichi greci parlavano di κοσμογονία, ovvero di cosmogonia. Il termine compare per la prima volta nel V secolo a.C. in uno scritto di Leucippo, scritto che prende proprio il nome di Grande Cosmogonia. Il tema dell’origine dell’universo è una delle questioni più sentite dagli uomini di tutti i tempi e di tutte le latitudini della nostra terra, una domanda alla quale sono state date tantissime diverse risposte, nessuna mai definitiva. Per secoli il discorso sulla cosmogonia si è imposto nella sua variante mitico-religiosa,…

PALERMO, una città che coltiva la coesistenza. “Un infinito giardino immaginato, luogo di bellezza e multicultura nella sua fioritura umana, nelle sue tracce di epoche che si sovrappongono e si stratificano, tutte visibili in un’unica costruzione, tutte legittimate all’esistenza al di là delle regole imposte.” Così la racconta Stefania Rinaldi, accompagnando le fotografie di Simone Ridi in questa storia (vera) firmata dai due co-fondatori di CUT – Circuito Urbano Temporano. #CCTravellers2018