The upside-down house by Alex Chinneck

Elena Mazzoni Wagner

alex-chinneck-6LONDON Finché non viene ristrutturata o demolita, la casa al numero 20 di Blackfriars Road ci mostra com’è vedere il mondo al contrario: l’artista Alex Chinneck ha capovolto – quasi letteralmente – una facciata del XVIII secolo. L’edificio da tempo abbandonato, eretto nel 1780 e in origine utilizzato come stalla per ospitare cavalli e carrozze, sorprende oggi tutti i passanti. Da Dicembre 2013, una seconda “pelle” – di veri mattoni, porte e finestre – ha riportato in vita il palazzo, al quale neppure gli occhi più distratti possono ora sfuggire.

Alex Chinneck (1984) è un artista e designer londinese, laureato al Chelsea College of Art and Design, fondatore di The Sculpture House (progetto che approfondiremo!) e membro della Royal British Society of Sculptors. I suoi interventi deformano il mondo quotidiano che ci circonda, presentando spettacoli sorprendenti nei luoghi che ci aspettiamo di vedere uguali a ieri o al resto. Coniugando teatralmente arte e architettura, re-interpreta la realtà in modo surreale ma rispettando il contesto. Nel 2012, si è fatto conoscere con l’installazione Telling the truth through false teeth (Dire la verità attraverso falsi denti), in cui 1.248 pezzi di vetro installati sulla facciata di una fabbrica ad Hackney (East London) creavano l’illusione che le sue 312 finestre fossero state fracassate e screpolate nello stesso identico modo.

alex-chinneck-2

MINER ON THE MOON
Location: 20 Blackfriars Road, London, SE1 8NY
Date: December 2013 – ?

L’opera intitolata “Minatore sulla luna” si trova a sud di Blackfriars Bridge, al numero 20 di Blackfriars Road, ed è stata realizzata come conclusione del Merge Festival 2013 – terza edizione di una manifestazione annuale che celebra con arte, musica e performance, la cultura contemporanea nel distretto di Bankside (parte del Borough of Southwark, sulla riva sud del Tamigi).

L’edificio su cui l’artista è intervenuto è stato costruito nel 1780 e originariamente veniva utilizzato come stallaggio per cavalli e carrozze a noleggio. L’accesso attraverso il sito (il sottopassaggio in basso a destra della costruzione) serviva per trasportare bovini vivi dal cortile posteriore al fiume Tamigi, per il commercio. Alex Chinneck è stato attratto dalla sagoma architettonica dell’edificio e ha concepito un’opera in risposta alla sua figura e storia. Le decisioni estetiche e sul materiale, nell’ambito del progetto, celebrano il patrimonio architettonico di Southwark e il fascino senza tempo dei suoi edifici affaticati. “Con la presentazione di un paesaggio architettonico e familiare ma una narrativa invertita, il pubblico può nuovamente apprezzare gli edifici dei suoi quotidiani ambienti e scivolare nel suo subconscio” – commenta l’artista.


“WH Willcox & Co Ltd” è una società fondata nel 1876 a Southwark Street, a pochi minuti a piedi dal sito, e sciolta nel 1986. Alex ha trovato la loro insegna blu all’inizio del 2013 in un cantiere di bonifica in Galles, ed è stato come un segnale su come avviare il lavoro.

L’incrocio su cui si trova l’edificio è molto trafficato e quindi l’intervento artistico ha un grande pubblico potenziale. “Quando una persona cammina attraverso le porte di una galleria d’arte, lo fa per scelta; al contrario, le persone che camminano per strada non possono decidere quando incontrare e vedere una scultura pubblica. Ho voluto creare un’opera che offrisse uno spettacolo ma allo stesso tempo che fosse sottile, utilizzando un linguaggio materiale e architettonico in sintonia con il quartiere; l’opera d’arte ha così la capacità di scomparire nel suo ambiente, senza dominarlo. Abbiamo inoltre costruito l’intera struttura fuori dall’edificio esistente, senza essere troppo invadenti, e utilizzato elementi architettonici che sono materiale di recupero, tutti ad eccezione delle finestre.

Miner on the Moon (the Upside Down House) by Alex Chinneck from 3 Trousers on Vimeo.

*

Alex Chinneck è autore di un altro surreale intervento artistico realizzato sempre su un edificio abbandonato. Questo progetto, che precede di qualche mese “Miner on the Moon”, non si trova a Londra ma a Cliftonville (quartiere di Margate, città nel distretto Thanet del Kent, a sud-est dell’Inghilterra). Vogliamo comunque mostrarvi anche quest’opera perché altrettanto geniale! Entrambe le installazioni sono ancora visibili ma non sappiamo fino a quando poiché saranno rimosse nel momento in cui gli edifici verranno ristrutturati o demoliti.


FROM THE KNEES OF MY NOSE TO THE BELLY OF MY TOES
Location: 1 Godwin Road, Cliftonville, Margate, CT9 2HA
Date: October 2013 – ?

L’opera intitolata “Dalle ginocchia del mio naso alla pancia delle mie dita dei piedi” è la stravagante facciata costruita sulla parte anteriore di una casa di quattro piani a Margate. Il muro di mattoni, le finestre e la porta si curvano scivolando verso il giardino della stessa proprietà che mostra gli interni del suo ultimo piano. Thanet District Council ha dato il permesso all’artista di utilizzare questo decadente edificio, vuoto da 11 anni, che si trova al numero 1 di Godwin Road, nella zona di Cliftonville: un quartiere interessante sia per l’imponenza della sua architettura che per le questioni sociali difficili che ha dovuto affrontare negli ultimi 30 anni. La realizzazione del progetto segue una campagna di dodici mesi intrapresa dall’artista stesso per portare a termine la costruzione della facciata; Alex Chinneck ha trascorso sei mesi a convincere alcune società dell’industria britannica a donare tutti i materiali necessari al progetto, e così i servizi professionali.

From the knees of my nose to the belly of my toes from Hazeleigh Prebble on Vimeo.

*

Artist: Alex Chinneck

Site: alexchinneck.com | Twitter: @Alex_Chinneck

Elena Mazzoni Wagner