Lu.C.C.A.: “HENRI CARTIER-BRESSON. Photographer”

PAR19182

CCTeam

Lucca.Henri.Cartier.Bresson-2013

LUCCA Noi CCTzens abbiamo visitato mostre sulla fotografia di Henri Cartier-Bresson (1908-2004) in diverse città d’Italia e all’estero e siamo felicissimi di vederne una anche in Toscana, presso il Lu.C.C.A. Lucca Center of Contemporary Art (dal 22 Giugno al 3 Novembre 2013). Henri Cartier-Bresson, tra i fondatori della Magnum Photos (1947), è il fotografo per eccellenza, il padre del foto-giornalismo, della fotografia di reportage e di strada (la nostra tanto amata street-photography). Per CCT, Henri è un’eterna fonte d’ispirazione e ogni volta che ammiriamo le sue fotografie ci sorprendiamo di come la vita, anche quotidiana, sia infinitamente ricca di dettagli che solo uno sguardo sensibile, profondo e curioso, è in grado di cogliere e rivelare. Ogni volta, le sue foto educano un po’ i nostri occhi e ci insegnano a vedere, dimostrandoci come la vera bellezza si chiami spontaneità.

“Personally, I never think about photography; what occupies me is life.” – Henri Cartier-Bresson

HENRI CARTIER-BRESSON. Photographer è una mostra antologica che racconta la storia dei “momenti decisivi” che hanno contraddistinto la vita artistica di un personaggio nato per rubare le immagini al tempo e cresciuto per testimoniare, in modo assolutamente personale, alcuni degli istanti che sarebbero diventati storici, mitologici e memorabili. Intraprendenza, istinto, presagio e quel pizzico di fortuna che aiuta gli audaci: Henri Cartier-Bresson era certo che i pochi scatti dedicati all’evento preso in considerazione sarebbero stati sufficienti per farne comprendere l’importanza attraverso l’essenza, per mezzo di frammenti fondamentali diversamente documentari. L’artista francese riesce a percepire l’energia di un luogo, l’atipicità di un momento, l’eloquenza di una postura, ma soprattutto ha nel suo Dna la capacità di presagire, un po’ come gli animali con il proprio istinto percettivo, quando è il momento di aspettare la grande scossa visiva e come archiviarla per sempre nella memoria della sua inseparabile Leica.

romania-henri-lucca

PAR19182

ROMANIA. In a train. 1975. Henri Cartier-Bresson

*

Il Lu.C.C.A. Lucca Center of Contemporary Art ha sede all’interno del cinquecentesco Palazzo Boccella. L’antica dimora apparteneva all’omonima famiglia lucchese dedita a fiorenti attività commerciali. Non si hanno notizie in merito alla costruzione dell’edificio e ai suoi proprietari fino alla fine del XVIII sec., quando risulta appartenere ai Boccella. Il palazzo, detto “Alla Fratta”, è il risultato di lavori di ristrutturazione e riqualificazione dei preesistenti edifici sorti lungo il tracciato delle mura medievali della città. Di particolare interesse sono alcune strutture della cinta muraria medievale e due pilastri con tracce di affreschi raffiguranti figure allegoriche (un Bacco, una Cerere ed un Sileno) e personaggi in costume seicenteschi, presenti nel piano seminterrato. Tali testimonianze storiche, la stessa struttura architettonica, il progetto museologico ed il nuovo assetto museografico fanno del Lu.C.C.A. una prestigiosa sede per l’arte contemporanea. Il Lu.C.C.A. si trova in Via della Fratta 36, davanti alla Madonna dello Stellario, dove si incontrano Via Santa Gemma Galgani, Via della Zecca e Via dei Fossi.

logo-lu.c.c.a.

Site: www.luccamuseum.com | Facebook: Lu.C.C.A Lucca Center of Arts