La prima NON mostra di SPAM

001
FIRENZE Alle 5 del mattino di oggi (24 ottobre 2011), Spam ha aggiornato il suo status Facebook: LA PRIMA NON MOSTRA DI SPAM INIZIA ORA. Significa che nella notte appena trascorsa, Spam ha allestito 193 opere (realizzate dal novembre 2010 ad ora) tra cui alcuni disegni inediti, alcune installazioni e anche un’opera interattiva/collettiva dove chiunque può esprimersi e contribuire. Nello stretto e buio Chiasso de’ Borgherini – ma non per questo poco noto: ad esempio, l’artista americano Kenneth Stubbs lo ha rappresentato nel 1949 – da questa mattina a tempo inderminato, sono esposti tutti i disegni aggressivi e provocanti che Spam ha iniziato ad attaccare sui muri della città di Firenze (e non solo), per lanciare messaggi forti e chiari e stimolare la sensibilità e il senso critico del singolo passante cittadino. Ogni individuo – e non la massa – che cammina per le strade della città è il pubblico a cui Spam si rivolge direttamente. Nessuna galleria, nessun critico d’arte in mezzo. Nessun filtro. E nessun interesse economico dietro tutto ciò. Ma solo tanta voglia di esprimersi attraverso l’arte e riflettere, insieme. Sono temi attuali e importanti – primo fra tutti la disinformazione – quelli trattati da Spam. Temi difficili e antipatici. CCT, prima di conoscere gli autori di questo collettivo d’arte anonimo – nato a Firenze quasi un anno fà –, pensava di incontrare un gruppo di giovani adulti, magari dei professionisti nel campo della grafica, con uno stile un po’ dark. Invece ha incontrato un gruppo di studenti, semplici e sorridenti, con tanta volontà ed entusiasmo. Vederli così quieti e disarmati, ci ha sorpreso e ancor più incuriosito. Proprio perchè i loro pensieri e rappresentazioni, invece, sono tutt’altro che ingenui e meritano l’attenzione di tutti. Nonostante la loro street art sia nata un po’ per caso, in modo spontaneo e quasi inconsapevole, solo un anno fà, hanno già suscitato l’interesse di molte persone anche fuori dai confini toscani (in particolare a Bologna). Sono stati invitati a diversi festival, ai quali hanno partecipato con opere ogni volta pensate ad hoc, e lavorano continuamente a nuovi progetti. In meno di un anno hanno realizzato 14 “attacchi urbani” e adesso la loro prima NON mostra NON autorizzata. Hanno scelto di farla nel territorio dell’Arte fiorentina “istituzionale”, in un vicolo sul Lungarno degli Acciaioli e a cinque minuti dalla Galleria degli Uffizi (il Ponte Vecchio è esattamente a metà strada). Perchè anche il contesto ha un significato e Spam è nato per provocare.

Inutile che CCT vi racconti cosa o chi è SPAM. Spam riesce benissimo a presentarsi (pur NON presentandosi) con i suoi lavori – prima di tutto – e poi con il suo blog. Qui, se siete interessati, potete trovare molte informazioni sulla loro filosofia artistica e comunicativa,  leggere articoli che li riguardano e vedere tutte le loro precedenti azioni urbane attraverso foto e video.

N.B. Spam agisce nelle strade vie palazzi muri etc. in modo NON invasivo, senza imbrattare e nel rispetto consapevole della città come luogo pubblico, di tutti. I lavori di Spam vengono attaccati con una colla che NON provoca alcun danno e possono essere rimossi facilmente. In qualsiasi altro tipo d’azione, Spam rispetta sempre l’ambiente. Poichè l’arte è concepita come bene pubblico – e non elitario – Spam comunica in modo diretto alla gente, prima nelle città e poi nel web. Spam sceglie la piazza, l’indipendenza e la libertà.

Sabato scorso (22 ottobre) abbiamo partecipato alla prima NON conferenza stampa di Spam (tenutasi alla Libreria Brac). Ovviamente Spam c’era, ma non si è reso pubblico. Al suo posto, una sedia vuota in mezzo all’artista Clet Abraham e alla storica dell’arte e curatrice Samanta Monco. Perchè è l’arte – e non l’artista – che deve essere celebrata. Perchè Spam deve essere conosciuto per i suoi messaggi e non per i suoi locutori. E il fatto è che Spam sta davvero ottenendo quello che vuole, perchè riesce a comunicare con un linguaggio particolare, ben identificabile e riconoscibile, diretto e d’impatto.

le conferenze stampa servono all’artista

per vendersi alla gente

le NON CONFERENZE STAMPA servono alla gente

per dire quello che pensano dell’artista

Con queste due citazioni e un video, Spam ha iniziato la presentazione, proseguita poi attraverso la voce dei due ospiti e infine quella dei cittadini:

Senza annunciare i dettagli della NON MOSTRA, né il luogo né la data, siamo stati comunque invitati a partecipare, suggerendoci di tenere d’occhio le pagine web. Spam avrebbe comunicato online l’inizio dell’esposizione entro la fine di ottobre. E così è stato.

This SimpleViewer gallery requires Macromedia Flash. Please open this post in your browser or get Macromedia Flash here.
This is a WPSimpleViewerGallery

Full Screen

Dal 24 ottobre 2011 a data indefinita in Chiasso de’ Borgherini (FI):

La prima NON mostra NON autorizzata di SPAM

BLOG: http://guerrillaspam.blogspot.com
FACEBOOK: pagina & persona

Elena Mazzoni Wagner