Una giornata nella Casa delle Farfalle

Francesco Tommasini

Articolo in collaborazione con Friend of the Earth
Foto di Francesco Tommasini


PISTOIA “Nella casa tropicale delle farfalle, nei giardini di Villa Garzoni, c’è un piranha. Resto in piedi a fissare per qualche istante questo pesce dal volto impassibile, le squame di un giallo rossastro scintillante e gli occhi enormi. Non credo di aver mai visto prima un piranha da così vicino.” Iniziava così la storia (vera) che la scrittrice cipriota Nora Nadjarian ha vissuto e raccontato qualche anno fa durante il progetto #CCTravellers2017. Storia a cui è volata subito la nostra mente quando di recente, con CCT, siamo tornatə nella magica Casa delle Farfalle, nel Parco di Collodi a Pescia, su invito stavolta della ONG italiana World Sustainability Organization, impegnata in prima linea in progetti di conservazione e tutela ambientale.

Foto di Francesco Tommasini

La Casa delle Farfalle

La Casa delle Farfalle di Collodi è abitata da centinaia di farfalle originarie delle zone tropicali o equatoriali – dove le farfalle sono le più grandi e colorate. Sono vive e libere di volare in un giardino tropicale, lussureggiante di piante, fiori e frutti, grazie alla perfetta ricostruzione dell’ambiente di origine. Qui si corteggiano, si nutrono e si riproducono farfalle e falene, in perfetto equilibrio con l’ambiente che le ospita, tenuto libero da insetti e ragni nemici grazie alla presenza di piccoli uccelli che se ne cibano, mentre non toccano né bruchi né farfalle. Qui è possibile passeggiare e osservare le coloratissime creature in tutti gli stadi del loro sviluppo, dall’uovo alla farfalla, rilevare le differenze tra farfalle diurne e farfalle notturne (falene), comprendere le funzioni difensive e comunicative dei colori e disegni dei bruchi o delle ali di farfalla: elementi per noi esseri umani meravigliosi da un punto di vista estetico ma che hanno come scopo principale la sopravvivenza (niente è casuale in Natura!). Infatti, servono a minacciare o ingannare i predatori perché aiutano a nascondersi oppure a trovare un partner per la riproduzione e conservare quindi la specie.

[Vuoi creare una casetta delle farfalle nel tuo giardino? Su Amazon trovi mille idee!]

Foto di Francesco Tommasini

La Giornata delle Farfalle

Sabato 26 Marzo 2022, si è tenuta nel Parco di Collodi una giornata tutta dedicata al mondo delle farfalle e alla loro conservazione, con interventi di esperti e passeggiate educative. La Giornata delle Farfalle si è qui tradotta in un convegno divulgativo su farfalle e falene al mattino e laboratori ludici per i più piccoli nel pomeriggio, invitando tuttə a conoscere da vicino queste creature così belle e affascinanti. A presentare, durante il convegno, Clarissa Puccioni, naturalista di Friend of the Earth, che ha introdotto e spiegato il Global Butterfly Census Program e i suoi primi risultati. Presente anche Alessandro Bisi, divulgatore scientifico appassionato di lepidotteri sin da bambino, che ha raccontato la cosiddetta “scienza cittadina” attraverso Papilionea, il sito web da lui fondato, e la sua importanza per la conservazione di questi insetti. La mattinata si è conclusa con la consegna da parte di Friend of the Earth al Presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Pier Francesco Bernacchi, della certificazione di sostenibilità della Casa delle Farfalle.

Foto di Francesco Tommasini

Dopo il convegno, abbiamo (ovviamente) visitato la Casa delle Farfalle, situata nello splendido giardino settecentesco di Villa Garzoni, ricca di specie di origini tropicali, libere di volare tra banani e bromielacee. Qui abbiamo potuto osservare anche la schiusa delle crisalidi, accuratamente disposte in una teca a vetro, dove la larva imbozzolata si trasforma in esemplare adulto dopo vario tempo. Pausa pranzo e poi non poteva mancare una passeggiata nel Parco di Pinocchio che racconta, tramite statue dell’artista Pietro Consaga e altri, le avventure del famoso burattino. Intanto, in una casetta adibita a laboratorio creativo-educativo, i più piccoli potevano creare origami a forma di farfalle e conoscere di più sul loro ciclo vitale.

Una giornata che tra scienza e gioco, arte e natura, ha così trasmesso a un pubblico di ogni età, un messaggio di cura nei confronti di questi insetti tanto importanti e belli quanto fragili a causa delle costanti minacce ambientali (la perdita d’habitat, l’agricoltura intensiva ed il cambiamento climatico causato dalle attività umane), un messaggio di consapevolezza e salvaguardia rivolto a noi tuttə e che noi di CCT – con questo breve articolo – vogliamo nel nostro piccolo contribuire a diffondere.

[Vuoi creare una casetta delle farfalle nel tuo giardino? Su Amazon trovi mille idee!]


Punti di Vista

Iscriviti alla nostra Newsletter!

[solo per persone curiose]

Sostieni il nostro progetto!

CCT-SeeCity è un'organizzazione no-profit indipendente che promuove Creatività - Cultura - Territorio. Se ti piace il nostro progetto editoriale, aiutaci a mantenerlo vivace e libero con un piccolo contributo. Supporta #SeeCity e condividi! ❤
Grazie, CCTeam
Avatar