L’arte della comunicazione urbana e sostenibile. Alla scoperta di GreenGraffiti Italia

GG-map-cover

Beatrice Verga

GG-map

WORLD La società, in ogni suo settore, è sempre più sensibile rispetto alla tutela dell’ambiente. E nell’era della comunicazione, poteva questa ignorare un tale trend? Siamo ormai tutti abituati a parlare di green economy ma se guardiamo meglio, anche i sistemi più concettuali e astratti – come arte, creatività e comunicazione – sono più attenti al tema. E in questo panorama, spicca certamente GreenGraffiti, un network internazionale che dal 2008 si occupa di comunicazione sostenibile in diverse parti del globo.

GreenGraffiti (GG) è una rete di agenzie che sviluppa e utilizza esclusivamente tecniche sostenibili per le sue campagne pubblicitarie. I messaggi possono avere forme diverse ma hanno tutti una caratteristica comune: un impatto ambientale quasi nullo. A differenza dei media tradizionali, GG lavora in modo sempre responsabile nei confronti del territorio urbano. Quindi, comunicare il proprio messaggio attraverso GG, significa anche comunicare che si ha cura dell’ambiente.

“Think global, act local”. Ovvero, “glocalizzazione”. Il network è nato in Olanda ma cresce costantemente, espandendosi in diverse zone del mondo, partendo dall’Europa e muovendosi verso altri continenti. Ad oggi GreenGraffiti è una realtà stabile in Bulgaria, Italia, Israele, Corea del Sud, Germania, Olanda e Polonia, con partner fidati in UK, Canada, Stati Uniti e Ungheria. Scegliere GreenGraffiti significa realizzare la propria campagna di comunicazione in totale trasparenza e rispetto nei confronti della città dove si decide di operare.

lorenzo-fabbri-2ITALY Per saperne di più, noi di CCT abbiamo incontrato Lorenzo Fabbri, fondatore di GreenGraffiti Italia. Riminese trasferitosi a Milano, dopo una formazione informatica e un lavoro presso un’agenzia web, nel 2009 ha dato inizio alla divisione italiana di GG (alla quale fanno parte anche Marta Andreoni e Veronica Nappi). La sua verve romagnola, accompagnata dal simpaticissimo accento, ha fatto il resto in quella che è stata una piacevolissima conversazione alla scoperta del mondo “GreenGraffiti”.

Lorenzo, quando e come è nata GreenGraffiti? L’americano Jim Bowes ha fondato GreenGraffiti nel 2008 ad Amsterdam, città in cui si è trasferito dalla California dopo aver lavorato 25 anni nell’industria della pubblicità. Pensava fosse ridicolo comunicare prodotti eco-sostenibili attraverso media non sostenibili e stampare ad esempio 10.000 volantini per diffondere un messaggio. Oggi, tra i clienti di GG, ci sono grandi aziende come Starbucks, Beck’s e Sony. Nel 2009, alla ricerca di un’idea imprenditoriale d’impatto sociale, ho deciso di portare in Italia tutto questo. La sede di GG Italia è a Milano, presso lo spazio HUB (in via Paolo Sarpi 8).

Di cosa si occupa GreenGraffiti? GreenGraffiti si occupa di comunicazione sostenibile, attraverso campagne ad hoc che utilizzano diverse tecniche, tra cui quella dei reverse graffiti, detti anche clean advertising. Questa tecnica permette di realizzare immagini sul piano dell’asfalto o su pareti, il tutto attraverso l’utilizzo di specifici stencil e di idropulitrici ad acqua piovana. Il risultato è un contrasto tra la superficie sporca e quella da noi pulita, grazie alla quale si rende visibile una particolare figura, immagine o scritta. È come se disegnassimo cancellando lo sporco urbano.

GG009

GG010

Quali campagne avete realizzato sinora e quali sono in programma? Abbiamo realizzato, tra le altre, campagne per FIAT, ENEL, CarlsbergRenault, WWF, Comune di MilanoComune di Pompei, Commissione Europea, etc. Adesso abbiamo in programma una campagna che farà parte degli eventi del Fuorisalone 2013 e che sarà dedicata alla promozione della Scuola di Design del Politecnico.

Quanto tempo impiegate in media per realizzare una campagna? La realizzazione di una campagna ci impegna in media da 1 a 5 giorni. E normalmente agiamo di notte, quando marciapiedi, strade e piazze, sono liberi dal traffico cittadino.

GG002

GG003

GG011

GG004

GG005

GG006

Com’è cambiato l’approccio dei milanesi alla tipologia di advertising da voi realizzata? Inizialmente ci sono state alcune difficoltà ma l’atteggiamento della cittadinanza si è man mano spostato verso un rapporto assolutamente equilibrato con il nostro lavoro, che è sicuramente un modo molto particolare di coniugare street art e pulizia dell’ambiente urbano.

Avete progetti anche all’estero? Come “GreenGraffiti Italia” operiamo soprattutto entro i confini nazionali ma abbiamo anche un progetto a Parigi, per il Salone Internazionale dell’Areonautica e dello Spazio.

L’ambiente si protegge nei modi più diversi e “GreenGraffiti Italia” è un microcosmo di grande interesse per una città come Milano, sempre più aperta alle nuove tendenze riguardanti l’ecologia e da sempre capitale della comunicazione.

lorenzo-fabbri-1

GGlogo

GreenGraffiti Italia
Site | Facebook | TwitterFlickr | YouTube | Vimeo

Beatrice Verga