L’arte festeggia ancora i 150 anni d’Italia

7[1]

Firenze e Pietrasanta. Due città (cittadina la seconda) legate dall’arte. Nel 2009, Lorenzo Martino Toni – direttore artistico fiorentino con radici nel mondo del teatro – ha un’idea e così nasce a ridosso del centro storico pietrasantese ExMarmi.

Spazio espositivo e punto d’incontro per la creatività, ha il preciso intento di essere un luogo fisico di riferimento per i giovani talenti emergenti e in generale per tutto l’ambiente artistico. Una fabbrica di idee e progetti portati dalla dimensione concettuale a quella fisica, che si distingue per originalità e sperimentazione. Arte contemporanea, design, teatro, danza e musica, moda e persino lo yoga hanno riempito fino ad oggi questo contenitore di idee e tendenze alternative.

La novità di questo luogo inizia già dall’esterno, dalla sua architettura. Biscottificio nell’800, è stato trasformato un secolo dopo in un famoso laboratorio del marmo. L’ingresso in stile liberty conduce a 300mq suddivisi in due sale, dal ricordo industriale, adesso dedicate a mostre e laboratori artistici. Esposizione e formazione, doppio obbiettivo realizzato sia nella stagione estiva che nel più tranquillo inverno, con stage teatrali e d’improvvisazione, scultura e pittura.

Il progetto vede da due anni la collaborazione della Galleria Poggiali e Forconi di Firenze. Quest’estate, dopo una prima mostra (Caso Zero di J&Peg a luglio), il 13 agosto è stata inaugurata “150 Italia”: collettiva di dieci artisti che rendono omaggio alla nascita del bel paese.

La lista è lunga e i nomi importanti. Si parte da Luca Pignatelli che rivisita su carte assemblate le sculture greche inserite in teche di vetro e acciaio, passando alle gigantesche sculture in bronzo di Roberto Barni, 4 metri di altezza che occupano gli spazi esterni. Particolare attenzione per le opere di Enzo Cucchi, esponente della Transavanguardia e per la sezione fotografica dove espongono l’egiziano Youssef Nabil e l’italiano Davide Bramante che lavora esclusivamente in analogico. Le sue foto sono realizzate con la tecnica dell’esposizione multipla durante la ripresa e poi montate sotto plexiglass, rivelando sullo stesso negativo più immagini che compongono ciò che mentalmente l’artista aveva visualizzato. Torna poi a confrontarsi con l’Italia David LaChapelle, newyorkese maestro del colore e della provocazione, nonché famoso regista di videoclip musicali. Seguono i lavori di Thomas Gillespie, Giovanni Frangi, Roberto Coda Zabetta e il già citato J&Peg.

La mostra è visitabile fino al 25 settembre, dal martedi alla domenica (orario 18-24).

L’arte, si sa, è un’espressione particolare e alle volte poco chiara al grande pubblico. Qui però vale decisamente la pena fare un salto e soffermarsi. L’impatto emotivo è assicurato e poi è sempre bello pensare… “Viva l’Italia!”.

EXMARMI

Via Nazario Sauro, 52

55045 Pietrasanta (LU)

Cell. 3338073318

info@exmarmi.com

Luisa Lenzi