Cosa è oggi un Museo?

MCA Chicago front steps. Photo by Nathan Keay. © MCA Chicago.
© MCA Chicago
MCA Chicago front steps. Photo by Nathan Keay. © MCA Chicago.
MCA Chicago front steps. Photo by Nathan Keay. © MCA Chicago.
MCA Chicago front steps. Photo by Nathan Keay. © MCA Chicago

SEETIES Nella classica lista dei luoghi da vedere, quando visitiamo per la prima volta una città, c’è sempre o quasi almeno un Museo. E di Musei nel mondo ce ne sono sempre di più: non basta prendersi cura del passato e innovare ciò che abbiamo, ogni grande città vuole il suo Museo d’Arte Contemporanea per incorniciare il proprio status intellettuale al passo coi tempi; ogni piccolo villaggio vuole categorizzare e conservare la propria eredità culturale in qualche teca; c’è poi chi è diverso, un Ecomuseo oppure un Museo all’aperto; e infine chi decide di aprire un Museo più assurdo che strano come il Museo delle Relazioni Finite o il Museo della Merda (sì, esiste anche questo, davvero, in Italia). L’importante è usare quella parola che suona così sacra e seria che puoi metterla accanto a qualsiasi altro vocabolo per ottenere comunque una certa autorità. Viene allora da chiedersi cosa significhi, oggi, quella parola… 

muèo s. m. [dal lat. Musēum, gr. Μουσεον der. di Μοσα «musa» (propr. «luogo sacro alle Muse»), nome di un istituto culturale dell’antica Alessandria d’Egitto]. Raccolta di opere d’arte, o di oggetti aventi interesse storico-scientifico, etno-antropologico e culturale; anche, l’edificio destinato a ospitarli, a conservarli e a valorizzarli per la fruizione pubblica, spesso dotato di apposito corredo didattico.

ICOM – l’organizzazione che dal 1946 rappresenta i Musei del Mondo – ha appena proposto una nuova definizione di Museo. Leggi questo articolo e facci sapere cosa ne pensi! 


L’Enciclopedia Treccani dice: 

museo Raccolta di opere d’arte, di oggetti, di reperti di valore e interesse storico-scientifico.

I m. rientrano, insieme alle biblioteche, agli archivi, alle aree e parchi archeologici e ai complessi monumentali, tra gli istituti e luoghi di cultura. In particolare, l’ICOM (International committee for museology dell’International council of museums) ha definito il m. «un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. È aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano testimonianze materiali dell’umanità e del suo ambiente: le acquisisce, le conserva, le comunica e, soprattutto, le espone a fini di studio, educativi e diletto».

L’International Council of Museums (ICOM) è la principale organizzazione internazionale che (dal 1946 e con sede a Parigi) rappresenta i Musei del Mondo, istituzioni e professionisti. L’organizzazione assiste la comunità museale nella mission di preservare, conservare e condividere il patrimonio culturale presente e futuro, materiale e immateriale. Ad oggi, riunisce un network di oltre 40.000 soci in oltre 130 paesi.

Lo Statuto di ICOM – approvato nell’ambito della ventiduesima General Assembly di ICOM a Vienna, il 24 agosto 2007 – riporta la più recente definizione di museo, quella citata dalla Treccani: A museum is a non-profit, permanent institution in the service of society and its development, open to the public, which acquires, conserves, researches, communicates and exhibits the tangible and intangible heritage of humanity and its environment for the purposes of education, study and enjoyment.”

La definizione ICOM è stata recepita dalla normativa italiana: il Decreto ministeriale MIBAC 23 dicembre 2014 Organizzazione e funzionamento dei musei statali all’art.1 la riprende integralmentecon una precisazione finale “promuovendone la conoscenza presso il pubblico e la comunità scientifica”.

A livello internazionale, la discussione su ruolo e definizione di museo non si è però fermata. In seguito alla Conferenza Generale ICOM 2016 a Milano, è stato nominato un nuovo Standing Committee per proporre una nuova definizione di Museo in relazione al contesto internazionale attuale. Il Comitato nato per approfondire definizione, prospettive e potenzialità del Museo (Committee on Museum Definition, Prospects and Potentials, MDPP, 2017-2019) sottoporrà una proposta al voto in occasione della prossima Conferenza Generale di ICOM, il 7 Settembre 2019 a Kyoto.

La nuova possibile definizione è stata appena annunciata ed è la seguente:

Museums are democratising, inclusive and polyphonic spaces for critical dialogue about the pasts and the futures. Acknowledging and addressing the conflicts and challenges of the present, they hold artefacts and specimens in trust for society, safeguard diverse memories for future generations and guarantee equal rights and equal access to heritage for all people.

Museums are not for profit. They are participatory and transparent, and work in active partnership with and for diverse communities to collect, preserve, research, interpret, exhibit, and enhance understandings of the world, aiming to contribute to human dignity and social justice, global equality and planetary wellbeing.

Tradotta in italiano: 

I musei sono spazi democratizzanti, inclusivi e polifonici per il dialogo critico sul passato e sul futuro. Riconoscendo e affrontando i conflitti e le sfide del presente, custodiscono manufatti ed esemplari nella fiducia della società, salvaguardano ricordi diversi per le generazioni future e garantiscono pari diritti e uguale accesso al patrimonio per tutte le persone.

I musei non sono a scopo di lucro. Sono partecipativi e trasparenti e lavorano in partnership attiva con e per diverse comunità per raccogliere, preservare, ricercare, interpretare, esibire e migliorare la comprensione del mondo, con l’obiettivo di contribuire alla dignità umana e alla giustizia sociale, all’uguaglianza globale e al benessere planetario.

È arrivato quindi il momento di valutare e decidere come votare: adottare la nuova definizione oppure mantenere quella attuale. I comitati nazionali europei, che rappresentano oltre l’80% dei membri dell’ICOM, saranno decisivi in ​​questo processo.

Tu come voteresti? Che te ne pare di questa nuova possibile definizione? Cosa è per te un Museo? Siamo curiosi di sapere cosa ne pensi, lascia un commento!  


In questo breve video (ENG), Jette Sandahl, chair del Committee, discute le difficoltà e opportunità derivanti dalle modifiche alla definizione di museo di ICOM: 


Link per approfondire: 

https://icom.museum/en/activities/standards-guidelines/museum-definition/


#MuseumLovers?