La Via degli Orafi a Pistoia ed il Liberty in città

Ex Cinema Teatro Eden - Galleria Vittorio Emanuele - Via degli Orafi 54 - Pistoia Liberty - by Studio EG - Emanuele Giannini - 2017
Studio EG - Emanuele Giannini, #CCTravellers2017
Ex Cinema Teatro Eden - Galleria Vittorio Emanuele - Via degli Orafi 54 - Pistoia Liberty - by Studio EG - Emanuele Giannini - 2017

Destinazione Pistoia > Storie raccontate dai partecipanti al Corso IFTS – PRODEST 2018/2019 (PROgettazione, definizione e promozione di piani di DEstinazione e Sviluppo Turistici).


PISTOIA Una delle vie più antiche è Via degli Orafi, strada che in origine si chiamava Via Taberna, probabilmente per le tante taverne che vi si trovavano.

Lungo questa via del centro storico spiccano alcuni dei più importanti edifici in stile Liberty presenti in città e costruiti grazie all’iniziativa imprenditoriale di Antonio Lavarini che, giunto dalla provincia lombarda con una bancarella, divenne presto uno dei maggiori commercianti della Toscana. Al suo nome si legano infatti, tra gli altri, l’Emporio Duilio (un grande magazzino del quale oggi rimangono solo alcune tracce in un moderno negozio) e poi l’architettura più significativa dell’arte nuova presente a Pistoia: al numero civico 54 di Via degli Orafi, troviamo l’Ex Cinema Teatro Eden nella Galleria Vittorio Emanuele che è davvero un originale esempio di galleria commerciale dei primi anni del Novecento. Inaugurata nel 1912 come sala per spettacoli teatrali e cinematografici, è ancora caratterizzata da una facciata arricchita da un fantasioso apparato in ferro e vetro, al cui centro compare la figura di Mercurio, facciata realizzata attraverso l’assemblaggio di elementi prodotti in gran parte dalle celebri Officine Michelucci. Con la denominazione di Cinema Teatro Eden, la Galleria è stata attiva fino al 1986. I locali sono stati completamente ristrutturati negli anni ’90 con l’eliminazione della sala cinematografica e la destinazione a galleria commerciale con il restauro della facciata e delle decorazione pittoriche di Ugo Casanova. Oggi qui è possibile sedersi ai tavolini del Liberty Cafè.

[PISTOIA] Passeggiando nella bellissima città, mi son imbattuto in questo palazzo antico, non ho resistito e l'ho fotografato! ????? - - - #pistoia #toscana #igerstoscana #italiainunoscatto #visititalia #vivotoscana #cctravellers2017 #italygram #instatuscany #discovertuscany #italyiloveyou #gf_italy #visittuscany #borghitalia #ilikeitaly #igworldclub #ig_worldclub #BDTeam #travellingthroughtheworld #instagoodmyphoto #justgoshoot #exploretocreate #peoplescreatives #visualsoflife #passionpassport #my_365 #theoutbound #worldtravelbook #flashesofdelight #YourShotPhotographer
Ex Cinema Teatro Eden – Galleria Vittorio Emanuele – Via degli Orafi 54 – Pistoia Liberty by Studio EG – Emanuele Giannini, #CCTravellers2017

Il Liberty pistoiese è visibile in altre realizzazioni di carattere modernista sparse in città: anche se incapaci di imporre un carattere nuovo alla città come accaduto in Via degli Orafi, sono tracce comunque importanti. Ad esempio, nella palazzina d’ingresso alle Officine San Giorgio disegnata da Gino Coppedè, nell’ex albergo Appennino, e nella moderna zona residenziale ad ovest della città in cui, agli inizi del secolo, l’architetto Ferdinando Pacini costruì la sua abitazione con un interessante linguaggio liberty. E poi ancora altre tracce d’arte nuova si possono vedere nelle decorazioni e negli arredi urbani in ferro, come le pensiline, i lampioni, le ringhiere e i cancelli realizzati dalle Officine Michelucci e Pacini.

Ma torniamo alla nostra via, dove ancora oggi alcuni negozi di oreficeria continuano ad affermare la denominazione di questa strada lunga e stretta. Non esiste più, invece, la Chiesa di San Michele in Bonaccio dove gli orafi onoravano il 1 Dicembre Sant’Eligio, loro patrono. Con l’aprirsi di varie attività commerciali, Via degli Orafi è rimasta una delle strade sicuramente più vivaci e frequentate del cuore cittadino.