Erice, splendido e silenzioso borgo medioevale sopra Trapani

Bianca Caccamese
Erice, duomo

TRAPANI Avete mai provato a chiedere ad una mamma o ad un papà appena rientrati dalle ferie: “Come sono andate le vacanze?” Se sì, sapete che spesso la risposta è : “Vacanze? Quali vacanze!? Con i bambini non esistono per noi vacanze!”. Se non vi è mai capitato, fidatevi… è così. Un genitore appena rientrato dalle ferie con i propri figli vi risponderà che tornare a lavoro è più riposante che stare in vacanza con i bambini!

Ecco perché al rientro dalle nostre (splendide ma faticose!) vacanze estive, mio marito ed io ci siamo ripromessi di programmare una vera vacanza, solo per noi. Senza figli, sì. Se vacanza vuol dire riposo allora una vera vacanza per mamma e papà è da soli, è tornare ad essere (anche) marito e moglie. In vacanza con i bambini siamo mamma e papà a tempo pieno, come sempre. In vacanza senza bambini siamo tornati ad essere Bianca e Giuliano. I nostri figli vanno per i 4 e i 7 anni e non ci eravamo mai separati da loro, prima dello scorso fine settimana. Io ho ancora la fortuna di avere due genitori efficienti e quando abbiamo proposto a Federico ed il piccolo Riccardo di stare due giorni con loro, sono stati entusiasti di fare la valigia per andare a casa dei nonni.

Erice, duomo
Erice, duomo

Dunque ci siamo finalmente decisi ad andare in vacanza da soli e lo abbiamo fatto senza pensarci troppo, senza sensi di colpa. Solo due giorni, dall’altra parte della Sicilia (rispetto alla nostra Catania). Siamo andati a Erice, splendido borgo medioevale sopra Trapani, dove il silenzio regna sovrano (spesso in compagnia della nebbia). Il silenzio è stato senza dubbio la cosa che ci ha colpito di più, la totale assenza di schiamazzi e urla intorno a noi, per due giorni. Un silenzio però a volte assordante: nonostante tutto è inevitabile sentire la mancanza della nostra fonte di rumore preferita! Abbiamo girato e visitato diversi luoghi, le saline di Marsala, il parco archeologico di Segesta, senza preoccuparci degli orari, né del pranzo o della cena, abbiamo trascorso due giorni di libertà da tutti gli schemi e regole che abbiamo scelto di dare alla nostra quotidianità familiare. Abbiamo vagato per le stradine fuori dal tempo di Erice, scelto ristoranti dove non saremmo mai andati con i bambini e camminato mano nella mano. Da soli.

Ci sono mancate le loro piccole manine ma sentire la loro mancanza ha reso ancora più bello riabbracciarli. Dovremmo farlo più spesso, fa bene. A tutti, ai bambini, ai nonni e soprattutto a noi, che prima di essere papà e mamma siamo Bianca e Giuliano. Ogni tanto prendersi una vacanza dall’essere genitori fa bene, anche a rafforzare il piacere di esserlo e a ricordarci chi siamo.

Bianca Caccamese