Istanbul, dove guardare tutto il mondo è possibile

Luisa Lenzi

ISTANBUL “Se a un uomo venisse concessa la possibilità di un unico sguardo sul mondo, è Istanbul che dovrebbe guardare.” – Il poeta francese Alphonse de Lamartine (1790 – 1869) scriveva così della città sul Bosforo tra Oriente e Occidente, crocevia di popoli e culture. E Napoleone Bonaparte aveva detto: “Se la terra fosse un singolo stato, Istanbul sarebbe la capitale.”

Spostandosi da un quartiere all’altro, certe volte sembra di essere a Kreuzberg, Berlino, con i suoi coloratissimi graffiti; altre volte a San Francisco con le strade in discesa e poi salita; oppure in alcuni angoli di Roma; o ancora in un affollato souk arabo. Questa città è un frullatore di colori, odori e tradizioni, dove religioni, cibi e lingue si amalgamano, dove guardare tutto il mondo è possibile.

Istanbul-byLuisa-18

Luisa Lenzi