Nei corridoi del Magnolfi Nuovo, tra scuola e teatro

teatro-magnolfi-po-007

Questo post è sponsorizzato da:
logo_riccardoramistudio


PRATO Il Magnolfi Nuovo (in via Gobetti 79), prima convento e poi orfanotrofio, è oggi un centro culturale polivalente, parte del patrimonio storico della città e culla di sapere in cui si trasmettono arti, mestieri, passioni.

teatro-magnolfi-po-002

UN PO’ DI STORIA

In Piazza della Pietà, di fianco all’omonima Chiesa pratese la cui costruzione risale al 1617, il Magnolfi Nuovo si trova in una struttura nata nel 1977 come convento dell’ordine dei frati carmelitani. L’edificio conserva ancora oggi l’assetto tipico di un monastero, caratterizzato da corridoi lunghi e da cellette laterali dove attualmente si svolgono corsi di formazione; un progetto nato dall’unione tra Assessorato alla cultura del Comune di Prato, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “S. D’amico” di Roma e Fondazione Teatro Metastasio Stabile della Toscana.


Nel 1838, il convento è diventato un orfanotrofio. L’imprenditore pratese Gaetano Magnolfi, come rivelano le scritte sul marmo nei corridoi dell’edificio, decise di rendere l’ex monastero un luogo di accoglienza per bambini poveri e bisognosi, ma anche istituto di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro: i bambini infatti avevano la possibilità di imparare e praticare alcuni mestieri nelle officine e laboratori della struttura. L’orfanotrofio della Pietà era parte di un programma innovativo per quanto riguarda l’educazione, in cui gli insegnanti venivano ospitati in modo che assumessero gli allievi dell’istituto come apprendisti, formando quindi nuovi giovani artigiani.

Gaetano Guasti, successore di Magnolfi nella gestione della struttura, mantenne in vita l’orfanotrofio e nel 1871 lo arricchì con la costruzione del Teatro. Infatti, oggi il Magnolfi Nuovo ospita rappresentazioni teatrali e spettacoli ma è anche una scuola per aspiranti attori.

teatro-magnolfi-po-008

OGGI

La ristrutturazione dell’ex convento ed ex orfanotrofio Magnolfi ha permesso di recuperare uno spazio non soltanto come patrimonio storico e architettonico della città ma anche come luogo culturale e di formazione.

Al piano terra troviamo l’ingresso, molto luminoso, sulla destra il bar (caffetteria e punto pranzo) sempre aperto e sulla sinistra segreteria, biglietteria, guardaroba, soggiorno come zona relax e infine la sala polivalente e il teatro. Il primo piano è dedicato alla formazione, mentre l’ultimo ospita le camere dell’ostello.

teatro-magnolfi-po-007

Così, il Magnolfi Nuovo ha un ruolo fondamentale nel promuovere la diffusione e innovazione della cultura, l’educazione delle arti teatrali e musicali, e corsi che riguardano molto da vicino la realtà del territorio locale. I corsi di lingua cinese, ad esempio, a cura del comune di Prato, si muovono in questa direzione e sono un punto di partenza non solo per chi vuole imparare a parlare e scrivere una lingua ormai diffusissima a Prato, ma anche per comprendere tradizioni, usi e conoscenze di un paese lontano ma anche vicino. Liceali, commesse, insegnanti delle scuole pratesi, studenti universitari, si siedono insieme ai banchi di un’aula il cui edificio è da sempre un luogo di scambio di saperi, culture e mestieri. Percorrere i corridoi del Magnolfi Nuovo, addentrarsi nelle sue aule, permette di respirare un’atmosfera particolare e anche un po’ misteriosa, soprattutto se si pensa al trascorso storico dell’edificio.

teatro-magnolfi-po-010

Il recupero del Magnolfi Nuovo è stato effettuato negli anni 2003/2004, conservando molti elementi architettonici originari (del ‘700 e ‘900) e valorizzando quindi il patrimonio storico dell’edificio. Visitando il Teatro, ad esempio, possiamo notare che è stato restaurato il fregio dipinto sul soffitto, emblema dell’orfanotrofio sorretto da due angeli, e ammirare altre decorazioni pittoriche.


Tradizione e innovazione dunque si incontrano in un luogo che rappresenta al tempo stesso una possibilità di intrattenimento, formazione, ristorazione e soggiorno. 

A pochi passi dal suo ingresso incontriamo la già citata Chiesa della Pietà, circondata da un piccolo giardino. Nel cortile che ospita la chiesa, si trova anche la statua realizzata dallo scultore pratese Oreste Chilleri che rappresenta Gaetano Magnolfi, fondatore dell’ex orfanotrofio, riportandoci indietro nel tempo e alle origini storiche dell’istituto.

*

MAGNOLFI NUOVO
Address: Via Gobetti 79, Prato | Site: magnolfinuovoprato.it | Facebook: Magnolfi Nuovo

SCOPRI di più sull’OSTELLO, etc… qui:
cct-seecity.com/2013/04/magnolfi-nuovo-centro-culturale-teatro-ostello-e