MiBa: Museu d’idees i invents de Barcelona (Museo di idee e invenzioni)

Michele Ci

AGGIORNAMENTO IMPORTANTE: Dopo 5 anni e 9 mesi, il 31 Dicembre 2016, MiBa chiude la sua sede fisica per diventare “museo itinerante” e quindi portare la sua collezione delle meraviglie a giro per il mondo. Seguite il progetto sul web e social media per scoprire le varie attività e prossime fermate! 😉


“If you can dream it, you can do it.” – Walt Disney

BARCELONA C’è una strada a me molto cara, la strada che per mesi, qualche anno fa, percorrevo ogni giorno per andare a trovare la ragazza che ancor ritengo il Grande Amore. Ricordo che spesso, passando di lì, nella fretta impaziente di vederla, l’occhio mi cadeva su una bilancia enorme che indicava l’ingresso al MiBa: Museu d’idees i invents de Barcelona” (Museo d’idee e invenzioni), ma mai ebbi tempo di fermarmi; tranne una volta, con lei, quando, presi dalla curiosità, ci avvicinammo per capire cosa fosse quell’angolo ancora sconosciuto e montammo sulla strana bilancia.

Miba Museum

Era una bilancia “magica” per vedere le cose sotto un altro punto di vista: la lancetta indicava che lei pesava come Marylin Monroe, io come Leo Messi (senza pallone!). Mi accorsi subito di quanto quel posto facesse per me ma, non chiedetemi perché, anche quella volta non vi entrammo.

MiBa-009

MiBa-001

MiBa-Filtering bottle and liquid lens

MiBa-003

Passano i mesi, gli anni e io mi ritrovo a Barcelona, ora di passaggio. Senza nemmeno pensarci, cammino per Carrer de la Ciutat, accanto a Plaça Sant Jaume, rivedo quell’angolo pieno di ricordi e subito penso che è giunta l’ora. É un’attrazione magica, esattamente quella curiosità da bambino per i posti sconosciuti, per un albero su cui arrampicarsi o per la cantina del nonno.

Entro da CCTzen e mi trattano da Re. Varcata la soglia scura del museo, mi sento esattamente come Charlie all’ingresso della Fabbrica di Cioccolato. La mia “Umpa Lumpa” spiega che il museo, fondato nell’Aprile 2011, è una creazione privata e autofinanziata del guru dell’invenzione spagnola Pep Torres, la cui “Human-powered vending machine” – un distributore che dà merendine solo se pedalate le calorie corrispondenti – è stata inserita nel 2009 tra le migliori invenzioni dal TIME.

Io mi perdo come Alice nel Paese delle Meraviglie. Ci sono invenzioni di tutti i tipi: da un lato, quelle per ridere, tra cui mangime per cani che rende la “cacca” fosforescente per non pestarla di notte, un mocho con microfono per casalinghe ispirate, un cuscino per poter emettere flatulenze anche in compagnia o il cellulare con rilevatore d’alcool che si blocca per evitare chiamate agli ex; dall’altro, quelle socialmente più importanti ed utilizzabili nei Paesi in via di sviluppo: un filtro da 1€ che depura fino a 150L d’acqua al mese o occhiali da vista economici con liquido regolabile al posto delle lenti.

MiBa-Pep Torres

La sorpresa maggiore è però l’arrivo di Willy Wonka ad illuminare la via al piccolo Charlie: di colpo appare Pep Torres in persona che mi accompagna a capire il senso della sua opera. Comincia da uno scivolo gigante, oscuro e tortuoso fatto installare per scendere al piano interrato: si entra con istintivo indugiare ma, preso coraggio, si arriva giù con una sensazione di sollievo. 


É una metafora dell’invenzione, che pare inarrivabile e non alla nostra portata, ma se solo ci spingessimo appena oltre i limiti autoimposti, vedremmo che la creatività rifiorisce come in un bambino. É questo il vero messaggio del museo: importante non è il divertimento o lo stupore davanti all’invenzione altrui, ma quello che ci succederà dopo la visita, a noi che ci fermiamo sempre al “no, sicuramente questa idea è una scemata” invece di osare.

MiBa-008

MiBa-Not popping soap bubbles

DCIM100GOPRO

Qui ogni cosa sembra odorare di Disney, Willy Wonka, Steve Jobs; si respira aria di creatività e d’infanzia. E proprio attraverso i bambini Pep vuole spiegare al mondo, e a me, quanto sia semplice recuperare ispirazione. Infatti, organizza il “Concurso Mini-Miba” in cui i più piccoli disegnano le loro invenzioni, con in palio brevetto e prototipo dell’oggetto pensato. Ed ecco uscire, ad esempio, una mascherina che protegge le scarpe nuove se vogliamo giocare a pallone, in modo che mamma non si arrabbi: invenzione capace di attirare un’offerta di 250.000€.


E allora, che aspettiamo? Tutti a ritrovare ispirazione a Barcelona!

MiBa-007

“Ogni bambino nasce benedetto da una vivida immaginazione. Ma proprio come un muscolo si infiacchisce in mancanza d’esercizio, così la brillante immaginazione di un bambino scolorisce negli anni se lui smette di allenarla”. – Walt Disney

*


MiBa-logo

Site: mibamuseum.com | Facebook: MiBa Museum | Twitter: @mibamuseum | Carrer Ciutat, 7


AGGIORNAMENTO IMPORTANTE! Dopo 5 anni e 9 mesi, il 31 Dicembre 2016, MiBa chiude la sua sede fisica per diventare “museo itinerante” e quindi portare la sua collezione delle meraviglie a giro per il mondo. Seguite il progetto sul web e social media per scoprire le varie attività e prossime fermate! 😉

Michele Ci