ITALIA ITALIA Questo spazio, per adesso una semplice pagina web, raccoglie luoghi e persone che valorizzano Cultura – Creatività – Territorio dell’Appennino italiano. Vogliamo qui condividere buone pratiche, da piccoli esperimenti a realtà consolidate, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di quella “rete competente e multidisciplinare per la valorizzazione della spina dorsale d’Italia” di cui parlano Marco, Erika e Filippo, il gruppo di studentə dell’Università di Bologna con il quale, a inizio anno 2021, abbiamo avviato il progetto Appennino senza confini. Questo archivio digitale e dinamico sarà continuamente aggiornato, soprattutto grazie alle vostre segnalazioni! Ti invitiamo dunque a segnalarci in qualsiasi momento il tuo progetto e/o i progetti che conosci e ritieni interessanti per l’Appennino inviando una mail a hello@cct-seecity.com con oggetto “Archivio Appennino”. E se ti va di raccontarcelo in modo più approfondito, compilando il form online che trovi qui – Appennino senza confini: racconta la tua storia! – pubblicheremo anche il tuo articolo nella rubrica Appennino senza confini. Dove questo racconto collettivo delle terre alte ci porterà e quali forme assumerà, lo scopriremo solo camminando insieme. Grazie per la tua partecipazione! CCTeam

PALERMO, una città che coltiva la coesistenza. “Un infinito giardino immaginato, luogo di bellezza e multicultura nella sua fioritura umana, nelle sue tracce di epoche che si sovrappongono e si stratificano, tutte visibili in un’unica costruzione, tutte legittimate all’esistenza al di là delle regole imposte.” Così la racconta Stefania Rinaldi, accompagnando le fotografie di Simone Ridi in questa storia (vera) firmata dai due co-fondatori di CUT – Circuito Urbano Temporano. #CCTravellers2018

TANKWA TOWN Nel semideserto Karoo – a metà strada lungo la R355, 250km di non-asfalto tra Calvinia e Ceres nella Provincia del Capo Occidentale del Sudafrica (ovvero sul tratto più lungo del paese senza stazioni di servizio, assistenza nelle vicinanze, segnale telefonico) – c’è un luogo magico: una città temporanea che ogni anno dal 2007 appare e scompare in una sola settimana.

LEÓN Questa è una di quelle storie che appena le senti raccontare ti viene un brivido di gioia. Viene proprio da sorridere, voler bene al mondo. È una storia ancora breve, poiché appena iniziata, ma l’entusiasmo e l’energia che si leggono nei primi capitoli fanno già credere in un futuro migliore. Questa storia comincia da un incontro in Nicaragua, America Centrale, tra due persone che provengono da paesi diversi e lontani; sono entrambi dei viaggiatori e infatti si conoscono grazie ad una delle “travel community” più famose al mondo…