Via del Can Bianco

PISTOIA is a city that more than others had fun over the centuries giving original, bizarre and extravagant names to its streets and alleys. For example: who knows the history of the white dog?! and who has ever noticed the bas-relief in stone that portrays, at the beginning of Via del Can Bianco, this curious local hero?! :)

Palermo3605

PALERMO inspires. Writer John Muir said: “In every walk with nature one receives far more than he seeks.” And this is what Ana y Marta – two Spanish creative sisters, part of the #CCTravellers2018 project – found during their walk in the Botanical Garden of Palermo. For you, a visual inspirational story. #SeeCity

Cinque luoghi da non perdere a Bologna

BOLOGNA Quando si pensa al capoluogo emiliano, vengono subito in mente le famose due Torri, Piazza Maggiore e i Tortellini. Ma il centro storico è uno scrigno che racchiude numerose perle, luoghi di bellezza, arte, musica o anche solo caratteristici della vita cittadina. Ecco per voi cinque luoghi speciali da visitare, fortemente consigliati dalla redazione locale di Bologna.BO!

Snaturalmente_16 Raffaele_Pozzi

MACERATA Un progetto fotografico (ideato dal collettivo Terra Racconta) che è la narrazione intelligente, ironica e sensibile, di un territorio – quello marchigiano – fatto di sempre più persone che scelgono di restare o tornare. Storie meravigliose di resilienza, coraggio e passione. Adesso in mostra sugli spazi della pubblica affissione, sparsi in città!

BOLOGNA Passeggiare in autunno per le vie del centro significa anche camminare nel foliage del Gingko Biloba in Piazza San Domenico, sedersi su una panchina per sfogliare pagine di eventi in città e scoprire che ci sono almeno due mostre assolutamente da vedere: “City Booming” che trasporta piccoli e grandi nel magico mondo (danese) dei mattoncini Lego e “Oltre l’onda” che invece conquista i visitatori con il fascino più lontano dell’Oriente.

NESXT-Torino Docks Dora

TORINO Il festival di NESXT è un viaggio nel mondo delle pratiche artistiche indipendenti che porta in giro per Torino attraverso l’Italia più contemporanea: il circuito, infatti, seleziona spazi e progetti in tutto il bel paese e trova loro casa in luoghi del capoluogo piemontese, mettendo dunque in connessione realtà del territorio con altre, provenienti da altre città italiane, che hanno profili simili o comunque alcune caratteristiche in comune, realtà con le quali condividono interessi o intenzioni, punti di vista o visioni.