I profumi di Praga

20160406_173208
Valentina Basili

PRAHA profuma di cannella e spezie orientali, di un lontano medioevo che si perde tra favole e leggende. Una città antichissima e ricca di storia ma forse poco conosciuta. Da sempre un centro nevralgico, una pepita d’oro tra le pianure verdeggianti della Boemia; capitale del Sacro Romano Impero (XIV-XV sec.), si distinse per la sua ricchezza ed eleganza.

Praga ha una forte ma strana energia. Ha un’aura di mistero che attira e incanta, come quelle persone che incuriosiscono fin dal primo istante in cui incroci il loro sguardo.

Viene spesso definita “La città dei contrasti” ma in realtà i suoi aspetti più diversi si amalgamano perfettamente e ne decretano l’irripetibilità. Sicuramente il suo clima è contrastante: quando l’ho visitata, in primavera, le giornate erano calde e soleggiate, ma di lì a qualche giorno sarebbe tornata la neve.


Vari e molteplici sono i suoi stili architettonici che, tuttavia, convivono in armonia. Le casette liberty di mille colori, accanto alla scura pietra degli edifici gotici (come la Torre dell’Orologio o la Chiesa di Santa Maria di Tyn) trasformano Praga in una città delle favole. Provando ad esplorarla con gli occhi di un bambino, non è difficile immaginare fate, elfi, dame, cavalieri e maghi che passeggiano per le sue magiche vie. E, parlando di magia, Praga viene anche definita “Città dell’Alchimia”: si dice faccia parte del triangolo europeo di magia bianca, assieme a Torino e Lione. Tantissime leggende e aneddoti aleggiano tra le pietre dei suoi antichi palazzi…

Praga (Praha in ceco) nacque dall’unione di vari villaggi medievali, separati e ben definiti. Oggi è divisa in 10 distretti numerati. Il cuore della città è sicuramente Piazza Vecchia, nel centro storico (Staré Město), dove troviamo il più antico orologio astronomico d’Europa (la Torre dell’Orologio), la Casa del Municipio e la Chiesa di Santa Maria di Tyn.

Sempre a Praha 1 troviamo la Città Bassa (Mala strana) con il Castello, la Cattedrale di San Vito, il Palazzo Reale e un suggestivo quartiere di casette medievali che lo circonda. Il profumo di cannella del trdlo, dolce tipico, e di altre spezie aleggia continuamente nell’aria di queste antiche vie. Non si può dimenticare il quartiere ebraico di Josefov, che ospita un antichissimo cimitero in cui si stima siano sepolte più di 50.000 persone. E per visitare qualcosa di diverso e vivace c’è il John Lennon Wall, realizzato dagli attivisti che lottavano contro il comunismo negli anni ’80. La facciata del muro cambia continuamente, perché ognuno può lasciare la propria scritta nel nome della pace, dell’amore e della libertà.

Muro su cui uno dei nostri CCTzens, qualche anno fa, ha lasciato un CCT-Sticker! :) Come testimonia questa sua street photo gallery sulla città:

A look at Praha

Si dice che occorrano tre giorni per visitare Praga e una vita intera per apprezzarla. Di certo, con i suoi mille misteri e infiniti dettagli, questa città non finirà mai di stupire.

Valentina Basili