ETERNO RITORNO (e nuovo inizio)

eterno-ritorno-by-eloisa-reverie-vezzosi-simone-ridi-001

Stories by the “Creative Curious Travellers 2016” about the city of Prato. Thanks to: Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci | Camera di Commercio di Prato | USE-IT Prato | LeCù | Fonderia Cultart | Biscottificio Antonio Mattei | Cibino Take Away | Gelateria Fior di Sole | Apothéke Cocktail Bar | Dolci Amari | Caffè Vergnano | Camaloon | The GIRA.


Malgrado il nome particolare e l’estetica non facilmente codificabile, sono nata a Firenze 22 anni fa e ho vissuto con la mia famiglia a Vinci fino alla maggiore età. Mi sono poi trasferita a Milano ma, tra i numerosi viaggi e spostamenti, in Italia e all’estero, non potevo non tornare nella città toscana in occasione della riapertura del Centro Pecci.

eterno-ritorno-by-eloisa-reverie-vezzosi-simone-ridi-001

eterno-ritorno-by-eloisa-reverie-vezzosi-simone-ridi-002

Ringrazio CCT-SeeCity per l’ospitalità e la meravigliosa accoglienza e desidero condividere con la sua community di travellers il viaggio performativo che ho dedicato a una delle “tane dell’Arte” della mia infanzia [clicca qui sotto]:

ETERNO RITORNO

INFO sulla mostra: “La fine del mondo
@ Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato
16 ottobre 2016 – 19 marzo 2017


NOTA del CCTeam:

Questa è la prima storia partorita dal progetto #CCTravellers2016: il nostro primo esperimento di co-narrazione per la promozione di Creatività, Cultura, Territorio che abbiamo deciso di realizzare nella città di Prato in occasione della riapertura della prima istituzione italiana dedicata all’Arte Contemporanea.

Insieme alla perfomer Eloisa Reverie Vezzosi partiamo quindi dal cuore del Centro Pecci per poi esplorare, passo dopo passo, “la Città dell’Arte Contemporanea in Italia” fino alle sue periferie, fino ai suoi confini.

Lo stiamo facendo insieme a 50 Creative Curious Travellers da tutta Italia, Europa e oltre. Lo stiamo facendo con curiosità e passione insieme a loro ma anche insieme ad alcuni creativi locali ed organizzazioni culturali indipendenti che vogliono condividere con il Mondo questa esplorazione urbana e narrazione collaborativa.

Infatti, già per questo primo passo, dobbiamo ringraziare anche il fotografo pratese Simone Ridi che ha ritratto il momento performativo di Reverie. Grazie, Reverie. Grazie, Simone.

La fine del mondo“, almeno per noi, segna sicuramente un bellissimo nuovo inizio.

Con Amore, CCTeam

Eloisa Reverie Vezzosi