Labna con pesche, mandorle, lavanda e petali di rosa

Valeria G. | Una gatta in cucina

labna

Cinquanta giorni dopo Pesach (la Pasqua ebraica), si celebra la festa di Shavuot, una delle maggiori festività ebraiche che commemora il dono dei dieci comandamenti (Torah). Ma non solo, è anche la festa delle primizie e di fine mietitura. In questi giorni di gioia è tradizione consumare cibi a base di latte e latticini, simbolo di nutrimento per il popolo, come il LABNA, il famoso formaggio di yogurt tipico del Medio Oriente.

Ecco quindi una ricetta veloce e fresca ma di sicuro impatto scenico, che potete servire non solo come dessert: è perfetta anche a colazione, magari di domenica, quando ce la possiamo prendere più comoda e coccolarci un po’… Proprio come stamattina.

4

Ingredienti:
100 g circa di labna (più in basso trovate la ricetta)
1-2 pesche
1/2 cucchiaino di miele di acacia
Acqua di fiori d’arancio
Mandorle
Petali di rosa essiccati
Lavanda

Come si fa: Sbucciate le pesche, tagliatele a metà (in quarti, se sono grosse) e cuocetele in un pentolino con l’acqua finché non sono morbide. Spegnete e stemperate nel liquido formato il mezzo cucchiaino di miele. Condite la labna con qualche goccia di acqua di fiori d’arancio, versatela in una scodella, disponete sopra, delicatamente, le pesche con qualche cucchiaio dello sciroppo in cui le avete cotte. A parte, tritate le mandorle al coltello e sbriciolate i petali di rosa essiccati. Decorate il piatto di labna e pesche con la granella di mandorle, i petali di rosa, la lavanda e servite.

3

Labna: Lasciate lo yogurt al naturale a scolare in un canovaccio/garza/filtro. Dopo circa 6-8 ore avrà perso il suo siero e voi avrete il vostro formaggio (d’estate meglio lasciarlo scolare dentro il frigo). Potete usarlo per preparazioni sia salate, conditelo con olio, erbe aromatiche e spezie o, come in questo caso dolce per dessert o colazione.

Consiglio: Al posto delle pesche potete usare altra frutta come le albicocche, ciliegie… La labna potete sostituirla con dello yogurt greco o comunque uno yogurt molto compatto.

Valeria G.