Karneval der Kulturen!

Karneval-Kulturen-cover

BERLIN è la cittá “multikulti” (slang per multikulturell), la città del melting pot culturale dovuto alla forte immigrazione che ha preso il via a partire dalla Wende (la riunficazione delle due Germanie). Berlino ha da quel fatidico momento attirato sempre piú persone in cerca di sé stessi e della propria fortuna, in una cittá in continua evoluzione e in cerca di sé stessa, proprio come la gente che in lei si è riversata.

Quale occasione migliore per poter “palpare” con mano questo fenomeno, se non il Karneval der Kulturen (Carnevale delle Culture).

Questa festa viene riproposta ogni anno (dal 1996) in date diverse, tra fine primavera e inizio estate. Quest’anno si è svolta tra il 7 e il 9 giugno 2014: per tre giorni la zona di Kreuzberg, uno dei quartieri in cui questa miscela interculturale è più visibile, è stata letteralmente invasa da suoni, colori e profumi (soprattuto di cibo) ma anche di odori, naturalmente, dato che il weekend è stato veramente afoso, toccando picchi di 35 gradi (che per Berlino è quasi un record!).

Lungo tutte le strade c’erano bancarelle che vendevano prodotti tipici provenienti da ogni parte del mondo, spezie indiane, stoffe thailandesi, gioielli africani, cappelli messicani e poi… cibo, cibo, cibo. Specialità etniche a non finire, in ogni angolo gli aromi più disparati si mischiavano tra loro, provocando un’acquolina in bocca ai visitatori degna dell’esperimento di Pavlov. Ma la festa non si basava solo su assaggi culinari. In vari punti strategici della manifestazione sono stati infatti allestiti dei palchi, quattro ufficiali più altri innumerevoli improvvisati, perché anche l’orecchio vuole la sua parte.

Il culmine della festa è costituito dalla sfilata dei carri che si è tenuta domenica: 82 gruppi che contavano insieme 5.300 partecipanti tra ballerini, comparse e musicisti di tutte le etnie.

*

Website | Facebook

Federica Felicetti