Ecco le facce del PHOS Team!

CCTeam presents PHOS Team

PISA-KIRUNA | Il viaggio di PHOS Project | #2

PISA Come promesso, abbiamo incontrato tutto il PHOS Team nella città in cui hanno iniziato a progettare il razzo – (sì, razzo! Se non ci credete, leggete qui: Il viaggio di Phos Project, direzione stelle!) – che dovranno lanciare da Kiruna (Svezia) nel marzo 2015. Nei laboratori dell’Università di Pisa, 11 studenti italiani stanno lavorando per l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e in questa rubrica, come vi abbiamo annunciato nel primo post, ci racconteranno la loro avventura… Intanto, ognuno di loro ha risposto a 3 domande:

1) Chi sei e qual è il tuo ruolo nel PHOS Team?
2) Cosa ti aspetti da questo progetto e viaggio verso le stelle?
3) Qual è un luogo della città in cui studi (Pisa) che consiglieresti di vedere ai nostri lettori?

Ed ecco qui le loro facce!

gianmarco.guidi

1) Mi chiamo Gian Marco Guidi e sono uno studente all’ultimo anno di Ingegneria Spaziale presso l’Università di Pisa. All’interno del team il mio ruolo è quello di Project Manager e inoltre sono il responsabile per l’implementazione di un sistema a fibre ottiche per la rilevazione della frazione di vuoto all’interno del dispositivo. Come team leader devo organizzare, programmare, prendere contatti con le aziende, fare gli ordini ed occuparmi della divulgazione sia della parte scientifica che della parte di PHOS Project in quanto progetto studentesco.

2) Mi aspetto di vivere un’esperienza unica ed incredibile. Siamo tra i pochi “eletti” a poter sfruttare questa occasione per imparare davvero tanto, viaggiare e conoscere persone da ogni parte d’Europa. E poi, l’idea di spedire qualcosa in orbita – anche se per poco tempo – non è così male! Per noi ingegneri, ESA significa… figata!

3) A chi viene a Pisa consiglio di vedere Piazza delle Vettovaglie. È molto caratteristica e accogliente. Ci sono tanti piccoli localini sparsi qua e là dove bere e mangiare in compagnia, a cena o per un semplice aperitivo. Poi si fanno due passi e si costeggia l’Arno per fare due chiacchiere sulle “spallette”. Non troverete la movida di una metropoli… ma avrete comunque modo di divertirvi e rilassarvi!

federico.belfi

1) Mi chiamo Federico Belfi, sono uno studente fuori sede della provincia di Viterbo e frequento la magistrale di Ingegneria Energetica. All’Università faccio sia parte di un team che costruisce una macchina da corsa, l’E-team Squadra Corse, per cui sono pilota e responsabile del reparto motore, che di questo Team per cui sono responsabile della parte termica (e quindi di qualsiasi cosa che produca calore o che debba essere mantenuta ad una certa temperatura).

2) Non è certo cosa comune partecipare a progetti europei per un’agenzia spaziale. Da questa esperienza spero di apprendere nuove tecniche di ricerca e di allargare le mie conoscenze in campi ancora a me poco noti, come lo scambio di calore in micro-gravità. Spero poi di risultare più qualificato per aziende di alto livello quando sarò alla ricerca di un’occupazione.

3) Pisa è una città che adoro, è a misura d’uomo, né troppo grande né troppo piccola, e con tutto quello che serve. Quando qualche amico viene a trovarmi, lo porto sempre a vedere i lungarni e la chiesetta di Santa Maria alla Spina, dove rimangono sempre tutti stupiti. Poi c’è il buon cibo ed è inevitabile prendersi una birra artigianale all’Orso Bruno e un gelato da De’ Coltelli. E se il sole splende? Una biciclettata al parco San Rossore è sempre un piacere.

giorgiomaria.cicero

1) Mi chiamo Giorgiomaria Cicero e sono uno studente di Ingegneria Informatica all’Università di Pisa. Oltre agli studi, suono la chitarra e ho in generale un forte legame con la musica. Il mio ruolo all’interno del PHOS team è quello di responsabile del software e data handling a bordo e del software e data handling da ricevere a terra.

2) Da questo viaggio mi aspetto non solo un arricchimento del mio bagaglio di sapere sui microcontrollori e su tutto ciò che può essere controllato elettronicamente real-time, ma anche la possibilità di imparare a lavorare in gruppo, cosa non facile come sembra. Indubbiamente è una grossa opportunità per crescere in esperienza e anche umanamente, un’occasione che cercherò di sfruttare a pieno.

3) Se sono in vena rock, vado a vedere un po’ di jam session al Borderline in centro. Se voglio rilassarmi, mi godo il fiume costeggiandolo alle Piagge, dove tanti spendono il loro tempo libero. E proprio alle Piagge c’è una biblioteca con una grossa vetrata dalla quale si può godere la vista del fiume e di una torre pendente (meno famosa di quella in Piazza dei Miracoli).

francesco.creatini

1) Mi chiamo Francesco Creatini e sono uno studente toscano (ci tengo a precisarlo!) iscritto alla laurea magistrale in Ingegneria Spaziale. Il mio ruolo all’interno del gruppo PHOS é quello di responsabile della parte meccanica. Per non annoiarvi troppo ed essere breve, il mio ruolo sarà quello di progettare la struttura di interfaccia tra il nostro esperimento e il razzo sonda.

2) Penso che questo progetto possa allargare il mio bagaglio personale di conoscenza nel settore spaziale e socchiudere anche un piccolo spiraglio per una seguito professionale. Ma anche se questo non dovesse avverarsi, non è cosa da tutti i giorni toccare con mano un vero razzo!

3) Sicuramente consiglierei una passeggiata o, perché no, una corsa in zona Piagge: un sentiero alberato che si snoda tra gli alberi che costeggiano l’Arno adatto per una passeggiata romantica o per sgranchire le gambe dopo una lunga giornata passata sui libri!

giulia.orlandini

1) Io sono Giulia Orlandini, studio Ingegneria Aerospaziale e nel Phos Team mi occupo della parte Cad: in poche parole, di disegnare con Solidworks il setup dell’esperimento.

2) Partecipare a questo progetto è un’esperienza nuova e preziosa! L’aspetto che più mi piace è lavorare in un team e quindi imparare a confrontarmi con altre persone; inoltre, ci permette di viaggiare e sei di noi, i primi di Marzo, andranno una settimana in Svezia nella base spaziale di Kiruna… quante volte potrà mai ricapitarci?

3) Mi sembra scontato parlare di Piazza dei Miracoli come luogo da visitare a Pisa ma, tornando indietro ai primi anni di Università, i ricordi più belli sono quelle ore nei mesi di aprile e maggio passate tra una lezione e l’altra distesi nel prato di Piazza dei Miracoli, tutti insieme a scherzare o a riprenderci dopo qualche lezione incomprensibile di Analisi Matematica o Fisica…

nicolò.morganti

1) Mi chiamo Nicolò Morganti, studente di Ingegneria Nucleare di Pisa. Nel PHOS Team svolgo prevalentemente l’analisi dei rischi dell’esperimento, sia quelli che possono portare al fallimento della missione che quelli inerenti alla sicurezza delle persone; in minima parte partecipo anche all’analisi termica in collaborazione con Federico Belfi e come tutti prenderò parte alla costruzione.

2) Da questo progetto mi aspetto di conoscere, anche solo in minima parte, la realtà in cui si muove un organo internazionale come ESA, viaggiare e soprattutto fare esperienze di lavoro/collaborazione all’interno di un team.

3) A mio modesto avviso a Pisa sono meritevoli di attenzione alcuni pub e birrerie dove poter trovare dell’ottima birra sia artigianale che di importazione, immancabili sono l’Orzo Bruno, lo Spaventapasseri e il Brew Master.

stefano.piacquadio

1) Mi chiamo Stefano Piacquadio, abito a Livorno e frequento la laurea triennale di Ingegneria Aerospaziale. Il mio ruolo nel team è di responsabile della gestione elettronica di potenza. In sostanza, insieme agli altri componenti, mi occupo di realizzare un sistema per fornire la giusta potenza per far funzionare l’esperimento.

2) Da questo progetto mi aspetto di imparare a lavorare in un team e a fronteggiare le problematiche reali che devono essere affrontate in questi tipi di progetto. Ho la possibilità di essere far parte di un’attività che riguarda un settore che da sempre mi affascina e per il quale ho scelto di intraprendere questi studi: la ricerca in campo spaziale, che vorrei diventasse il mio lavoro.

3) Pisa è una piccola città, a misura di studente. Architettonicamente è piena di bellezze come Piazza dei Miracoli, gli splendidi palazzi dei lungarni e il giardino Scotto. Ci sono inoltre molte chiese belle che meritano di essere visitate, a partire dal Duomo, fino a Santa Maria della Spina e S.Caterina.

simone.fontanesi

1) Mi chiamo Simone Fontanesi e sono uno studente della laurea magistrale di Ingegneria Elettronica. Mi piace fare sport, viaggiare e impiegare al meglio il tempo. Il mio compito all’interno del PHOS team è progettare il sistema elettronico per l’acquisizione dei dati di temperatura, pressione e frazione di vuoto all’interno dell’heat pipe oggetto del nostro esperimento. I dati acquisiti vengono salvati in locale all’interno di memorie presenti sulla scheda e inviati dallo spazio alla terra per poter essere analizzati al termine dell’esperimento.

2) Quando mi è stato chiesto di partecipare a questo progetto ho subito accettato, sapendo che sarebbe stata una bellissima esperienza. Prima di iniziare mi aspettavo di poter maturare sia dal punto di vista professionale che umano grazie a questo progetto e devo dire che fino ad ora sono soddisfatto. Non solo ho già imparato tante cose confrontandomi con i problemi progettuali reali, ma ho anche conosciuto persone molto simpatiche, i miei colleghi di lavoro. Se a questo poi aggiungiamo il fatto di poter trascorrere una settimana in Svezia, presso la sede dell’Agenzia Europea dello Spazio… non si può che essere entusiasti!

3) Consiglio assolutamente di vedere Piazza dei Miracoli, che ogni giorno attrae turisti da tutto il mondo. Purtroppo, studiando da pendolare, non conosco molto bene la città. Tuttavia consiglio vivamente a tutti di venire in Versilia, dove vivo: le possibilità di divertimento sono molte, specialmente di estate!

michele.rognini

1) Mi chiamo Michele Rognini, vengo da Livorno e frequento la laurea magistrale in Ingegneria Elettronica all’Università di Pisa. All’interno del PHOS Team faccio parte del gruppo di studenti che si occupano della parte di elettronica e controllo; in particolare, il mio ruolo è legato al battery management.

2) Non capita tutti i giorni di avere a che fare con un’Agenzia Spaziale. È un’esperienza stimolante che ci avvicina al mondo lavorativo, con vincoli e scadenze da rispettare. Spero di acquisire nuove conoscenze e competenze, anche in vista di una futura occupazione.

3) In realtà (da buon Livornese) non vivo a Pisa più di quanto sia necessario per l’Università. Il primo posto che mi viene in mente è il più banale: Piazza dei Miracoli con la Cattedrale, la famosa Torre pendente, il Battistero e il Campo Santo. Davvero suggestiva e, per l’Unesco, Patrimonio dell’Umanità dal 1987. Un altro luogo che trovo molto piacevole, soprattutto di sera, è il lungarno, ideale per stare in compagnia degli amici e divertirsi un po’.

alessandro.frigerio

1) Mi chiamo Alessandro Frigerio, vivo a Livorno e studio Ingegneria Elettronica a Pisa. In questo progetto, il mio compito è progettare le componenti elettroniche che serviranno a riscaldare l’esperimento e a controllare che le batterie non si riscaldino troppo.

2) Sono entrato a far parte del progetto PHOS nella speranza di fare un’esperienza di lavoro di gruppo, con scadenze e regolamenti da rispettare, e mettere in pratica gli insegnamenti ricevuti durante questi anni. Vedere poi il proprio progetto montato su un missile sarà sicuramente fantastico!

3) Ai giovani consiglio di andare nella storica Piazza dei Cavalieri, il venerdì o il sabato sera: tantissimi studenti si riuniscono qui per staccare dallo studio. I più arditi si portano anche strumenti e intonano canti tipici delle loro regioni, creando un’atmosfera di festa nella piazza.

pietro.nannipieri

1) Mi chiamo Pietro Nannipieri, ho 22 anni e vengo da Pisa. Frequento il corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica e da pochi mesi sono entrato a far parte del PHOS team, dove mi occupo principalmente della gestione delle batterie e dei profili di potenza necessari per la riuscita dell’esperimento.

2) Mi aspetto di impreziosire il mio bagaglio di esperienze, lavorando in un ambito molto complesso come quello spaziale, e in generale di allargare i miei orizzonti e le mie vedute. Credo che questa esperienza, così interessante e a livello internazionale, mi lascerà qualcosa di unico.

3) Devo dire che sono totalmente innamorato di Pisa, città dove sono nato, cresciuto e dove spero di continuare a vivere il più a lungo possibile! Un luogo che consiglierei di visitare è tutto lo scorcio dei lungarni: molti visitatori si fermano solo alla Torre ma in realtà ci sono moltissime cose belle da scoprire!

PHOS-banner

PHOS Project

Site: phosproject.com | Facebook: PHOS Project | Twitter: @phos_team | YouTube: PHOS Channel

Iscriviti alla nostra Newsletter!

[solo per persone curiose]

Sostieni il nostro progetto!

CCT-SeeCity è un'organizzazione no-profit indipendente che promuove Creatività - Cultura - Territorio. Se ti piace il nostro progetto editoriale, aiutaci a mantenerlo vivace e libero con un piccolo contributo. Supporta #SeeCity e condividi! ❤
Grazie, CCTeam
Avatar