Crostata di confettura di pesche. Ricetta “di sorrisi e di pioggia”

crostatadipesche

Margherita Vitellozzi

DI SORRISI E DI PIOGGIA Ci sono anche le settimane “un po’ così”. Quelle tanto intense e varie che passano in fretta e furia senza dare nemmeno il tempo di poterle ripensare. Fatte di notti troppo corte, di candeline non ancora spente, di regali per cucinare, di attese alla fermata del bus, di traguardi raggiunti, di caffè sempre pronto al mattino, di prospettive sfumate, di traslochi quasi finiti, di asparagi e ‘sparasi, di piastrelle nuove in bagno, di piccole emozioni, di grandi progetti, di ore al pc, di quadri appesi, di foto scambiate, di canzoni cantate a squarciagola in macchina, di amicizie che non smettono mai e di amicizie nuove, di telefonate oltreoceano, di finestre spalancate al mattino, di profumo di basilico, di messaggi lasciati sul tavolo, di molti sorrisi e anche di molta pioggia.

crostatadipesche

CROSTATA DI CONFETTURA DI PESCHE (Home Made) 

La ricetta della pasta frolla è la stessa dei biscotti che vi ho preparato qualche tempo fa:

2 uova
100 g di zucchero
100 g di burro
250 g di farina
1/2 busta di lievito per dolci
un pizzico di sale
un barattolo di confettura di pesche (la mia era home made 2012)

PREPARAZIONE Far sciogliere il burro a fiamma bassa e nel frattempo sbattere lo zucchero con le uova utilizzando le fruste. Unire il burro, il lievito, un pizzico di sale ed infine la farina. Imburrate una teglia da crostata e con le mani adagiate l’intero composto al suo interno. Cospargete di marmellata, quella che vi piace di più ed infornate a 180 gradi per circa mezz’ora.

Margherita Vitellozzi