Bocca Di Dama: cibi naturalmente imperfetti

boccadidama

CCTeam presents Caterina Ruggeri | Post punk al forno

boccadidama

ROMA Stamattina mi son svegliata con una gran voglia di cornetto alle visciole… Mi è capitato di mangiarne uno – indimenticabile! – in una deliziosa pasticceria a un passo dalle mura aureliane che delimitano parte di San Lorenzo, il quartiere universitario. All’inizio di via dei Marsi (num. 2/6), in un palazzo dei primi del ‘900, c’è un’ex officina diventata laboratorio per intensi e sani peccati di gola. Si chiama BOCCA DI DAMA e qui si fanno “cibi naturalmente imperfetti”. E l’imperfezione in cucina è buon segno, segno che il cibo è naturale come fatto in casa.

bocca2

Non avete idea del profumo e del benessere che emana questo luogo! La mattina sfornano in continuazione cornetti ripieni di crema pasticcera, cioccolato, crema all’arancia, … o visciole. Poi ci sono muffin e cupcakes, golosi bocconotti, biscotti e tanti altri dolci, tra cui un esemplare cheesecake. Immancabili, ovviamente, le bocche di dama, glassate o con pasta di mandorle.

bocca-cheesecake

bocca-stelle

bocca1

E non solo dolci. Qui infatti si preparano anche delizie salate, antiche ricette rinnovate e una grande varietà di panini gourmet. E dopo il sandwich sfizioso o il riso venere con ortaggi e finocchiella, difficile non regalarsi un dessert… Se poi è una giornata di sole, potete prendervi del gelato artigianale! Se invece volete provare un po’ di tutto, in una sola volta, vi consigliamo il Brunch della Domenica!

bocca-salata

Da Bocca Di Dama si entra per comperare dolci ma anche per godersi un momento di piacere, accomodandosi sulle basse poltroncine o ai tavolini che guardano via dei Marsi. Questi locali ospitavano un vecchio laboratorio artigianale e oggi continuano ad accogliere materie prime genuine che le due proprietarie Simonetta e Amalia, insieme al loro team, lavorano con passione. La frutta è quella di stagione con varietà ormai introvabili ma che Simonetta scova dai contadini. La pasta sfoglia è realizzata solo con burro francese. La cioccolata è lavorata completamente a mano e le confetture, di loro produzione. Torte e paste del bancone, ricoperto da plexiglass bianco, si vedono grazie ad oblò ad altezza bambino. Non è difficile trovarne qualcuno incollato al vetro rotondo.

bocca-oblò

Su uno scaffale, a sinistra del bancone, sono impilati pacchi di biscotti e decine di scatole beige che servono per impacchettare i dolci da portare via. Semplici e raffinate, con uno slogan: “dolci per comunicare”E soprattutto da mangiare! Una volta che hai addentato una pasta, tutte di ragguardevoli dimensioni e già questo ci piace, ti accorgi che dietro la forma c’è la sostanza. Un’esperienza da non perdere, soprattutto nei giorni stonati.

bocca-cucina

bocca-dolci

1° ottobre 1940, Festa di Titta. – Ho fatto la bocca di dama che è riuscita perfetta. Non avendola mai provata ho lavorato per un’ora e mezza i rossi con lo zucchero perché pare che stia in questo la buona riuscita della torta. Ha avuto un’accoglienza fantastica. – Dal quaderno “Ricette di dolci” di Amalia Sinesi.

Bocca Di Dama è un progetto di cultura culinaria e dolciaria che prende vita nei primi anni 2000, da un semplice quaderno di appunti e di ricette familiari, per diventare una realtà gastronomica affermata. Oggi Bocca di Dama apre nuove Botteghe, punti vendita col compito di diffondere il suo food mood, la qualità dei prodotti e del marchio. Primo esempio, la Bottega Bocca Di Dama in via Arenula 17-18.

bocca3

Inoltre, Bocca Di Dama organizza periodicamente corsi e seminari amatoriali o professionali di pasticceria, food design per trasmettere tradizione e creatività, i trucchi dell’arte culinaria/dolciari e dare a tutti la possibilità di trasformare un cibo, un dolce, in un’opera “d’autore”. Anche a casa propria.

bocca-filosofia

Bocca Di Dama
Via Dei Marsi 2-6 (San Lorenzo) ROMA
Tel. 06.44341154 – 347.3433786
Martedì – Venerdì: 9.00-13.00 e 16.00-20.00
Sabato e Domenica orario continuato
Lunedì chiuso
www.boccadidama.it