Il Fringe Festival italiano al Parco del Teatro

villa-mercede

ROMA Dopo Edinburgh, New York, St. Louis (Missouri), Ventnor (UK) e tante altre città del mondo… da quest’anno anche a Roma!

Il ROMA FRINGE FESTIVAL 2012 è il primo festival estivo italiano dedicato al Teatro Off: 9 spettacoli al giorno per 23 giorni. Si svolgerà in un cuore verde della capitale, nel centro del quartiere storico di San Lorenzo e accanto alla Città Universitaria: precisamente in via Tiburtina 113, nella Villa Mercede e nel suo Parco del Teatro. Sì, l’evento ha dato vita al primo parco italiano a tema.

EDINBURGH – UN PO’ DI STORIA

Era il 1947 quando otto compagnie teatrali scartate dal Festival Internazionale di Edimburgo (ovvero EIF – Edinburgh International Festival) decisero di andare comunque in scena e dar vita a un festival di spettacoli autoprodotti e autofinanziati senza rendere conto a istituzioni, sovvenzioni, influenze di vario genere e divieti artistici di stili, forme, culture e religioni. L’unica dipendenza delle compagnie doveva essere quella verso il loro pubblico. Nacque così il Fringe (letteralmente “frangia”, concettualmente “periferia”): il primo festival teatrale indipendente. Dopo le prime edizioni che raccolsero sempre più consensi, venne costituita la Festival Fringe Society che dal 1958 si prende cura di tutta l’organizzazione.

Dagli anni ’70 in poi sorsero in tutto il mondo e in modo autonomo altri Fringe Festival sul modello del capostipite scozzese. Tutti ovviamente creati in base alle esigenze sociali del paese e dei luoghi deputati, ma con un preciso obiettivo comune: l’indipendenza artistica delle compagnie. I Fringe Festival sono diventati un punto di riferimento per le comunità teatrali locali di tutto il mondo. Per la loro natura, non producono spettacoli, non pongono alcun veto alle performance e non invitano artisti, ma ospitano chi si propone e viene selezionato.

ROMA – 2012

Ospiti saranno 54 compagnie off e 3 big. I più acclamati dal pubblico e dalla giuria di qualità, composta da giornalisti e addetti ai lavori, porteranno il proprio spettacolo al Fringe di New York. Davvero una vetrina nuova, importante ed interattiva per il teatro italiano contemporaneo. Ma non si tratta solo di un luogo di Teatro. Ci saranno diverse forme d’incontro tra artisti e pubblico: dai Cafè ai punti ristoro, dai workshop alle presentazione di libri (all’interno del Parco c’è la Biblioteca Mercede) o rassegne di cortometraggi, musica live e tante altre iniziative collaterali.

Per gli spettatori – Dal mese di Maggio sarà possibile conoscere le date e il programma visitando il sito ufficiale a questa PAGINA. Il biglietto per una singola rappresentazione avrà un costo di 5€.

Per gli attori – Il bando per partecipare è già aperto, scopri come QUI. Una volta selezionata, la compagnia (ognuna farà tre repliche) dovrà versare 330€ per coprire le spese di gestione del festival. L’intero incasso andrà alla compagnia: per ricoprire le spese di gestione bastano 66 spettatori e tutto il resto è guadagno. La migliore compagnia vincerà un budget di produzione di 2.500€ e potrà esibirsi al Fringe newyorchese.

Oggi il Fringe Festival di Edimburgo – Edinburgh Festival Fringe – è considerato il più grande festival artistico del mondo. E noi di CCT auguriamo a Roma lo stesso successo!

www.fringeitalia.it