Soltanto la Musica

250486_134911556583660_134907959917353_239875_1931065_n

Beatrice Verga

MILANO Ci sono storie che, incastonate nel mosaico di una giornata quasi invernale, riescono a rendermi fiera di aver scelto di scrivere, di raccontare la bellezza che vive attorno a me. La storia di Soltanto, all’anagrafe Matteo Terzi, è una di queste. Venticinque anni, cresciuto in zona Navigli, Matteo ha cominciato a suonare la chitarra acustica a quattordici anni, folgorato dalla musica degli Oasis, che ascoltava con un antidiluviano accessorio detto walkman (qualcuno se li ricorda?). È iniziato così il percorso che lo ha portato nella primavera 2010, una volta terminati gli studi universitari in scienze politiche, a lasciare Milano con quaranta euro in tasca e partire alla scoperta dell’Europa, solo con la sua musica e la consapevolezza di voler vivere di essa e della magia degli incontri che avrebbe fatto.

Stand by me, Ben E. King – Piazza Cordusio, Milano (30/11/2011)

Quale è stata la tua prima tappa?
Lione. Ci ho passato un po’ di tempo prima dell’ultimo esame universitario di francese. Avevo bisogno di rinfrescare un po’ la lingua e sono stato ospite di amici di famiglia. Certe sera andavo in giro per la città cantando con la chitarra a tracolla. Ho fatto così varie amicizie e ho deciso, una volta maturata l’idea di mantenermi con la mia musica, di considerare Lione il punto di partenza per la mia avventura.

Lione (Luglio/Agosto 2010)

Poi?
Poi ho viaggiato in autostop verso sud. Ho attraversato la bellissima regione dell’Ardreche, sono passato per Montpellier, Pericnag, Vic, Tarragona, fino a raggiungere Tenerife nel novembre 2010. In tutte queste tappe sono stati importantissimi gli incontri che ho fatto: penso che la magia della musica si faccia in due e che un ascoltatore consapevole di questo, rappresenti il miglior polo dialettico per il mio lavoro.

Barcelona, in metropolitana (Ottobre 2010)

Mi parli un po’ del progetto “Ovunque Sei”?
Nasce dall’incontro con i fratelli Erica e Mauro Gianesini, professionisti nel campo dell’audiovisivo. Mi hanno seguito in alcune esibizioni in giro per l’Italia durante l’estate 2011 e, quando abbiamo scoperto che il materiale girato era davvero tanto, abbiamo deciso di mettere in piedi il progetto “Soltanto: storia di un busker italiano”. Il 25 novembre (2011) abbiamo pubblicato sul mio canale YouTube il primo video, dedicato a Lione, di una serie in avvenire che documenta i miei viaggi e concerti di strada. A febbraio, invece, uscirà il mio primo lavoro inedito.

Le canzoni che Matteo esegue per le strade di Milano e di altre città fanno parte dell’immaginario collettivo (Bob Dylan, Jeff Buckley, Coldplay, Oasis, Beatles, etc.). Ascoltarle però dalla voce di chi ha avuto il meraviglioso coraggio di lasciarsi travolgere dalla forza dei propri sogni è diverso: è quasi come partire assieme a lui e dimenticare almeno per un po’ il grigiore delle imposizioni e la monotonia del conformismo.

The Scientist, Coldplay – Piazza Cordusio, Milano (30/11/2011)

Per scoprire le prossime tappe meneghine (e non solo) di Matteo (voce e chitarra acustica), basta visitare il suo sito web o seguire la sua pagina Facebook. Ai suoi live è possibile acquistare il cd “Acoustic Session” (già oltre 3.000 copie vendute), inciso con Roberto Flammini (chitarra elettrica) e Giacomo Gamberucci (violoncello), con cui Soltanto si esibisce in giro per i locali.

Barcelona, porto (Ottobre 2010)

RIFERIMENTI WEB
Sito: www.soltanto.net
Pagina Facebook: Soltanto
YouTube: ilmondodisoltanto
Mail: soltantomail@gmail.com

Beatrice Verga