Milano Film Festival 2011

266754_247080451987882_176331345729460_960559_8201294_o

Beatrice Verga

Giunto ormai alla sua 16esima edizione, il Milano Film Festival è sempre più un’occasione di scambio tra appassionati della “settima arte” e professionisti del settore. Un palcoscenico diverso dalle altre mostre cinematografiche, in quanto non si vedono red carpet e divismi di sorta, ma una continua condivisone di creatività, in cui ci sono poche barriere tra gli autori e il pubblico.

Domenica 11 settembre, presso il Teatro Studio di via Rivoli, ha avuto luogo la proiezione dei cortometraggi del cosiddetto “Gruppo G”, inserito, assieme ad altri, in un concorso che vede protagonisti quest’anno solo registi under 40 (55 lavori da 20 Paesi). Cinque opere da Bolivia, Spagna, Italia, Giappone e Regno Unito. A rappresentare i colori ausonici in sala sedeva Francesco Visco, regista di “Gianni Schicchi”. Chiaramente ispirato al mondo del bel canto, il lavoro, parentesi di grottesca ironia nell’ambito di una rassegna dai toni non certo delicati, è gradevolissimo e immediato. Una storia di gelosia tra tre ragazzi ambientata in spiaggia. Dieci minuti in cui, come è ovvio dal titolo, l’elemento canoro fa da padrone (Gianni Schicchi è un’opera di Giacomo Puccini), con attori caratterizzati da una profonda formazione musicale. Un amore per la musica nato anche grazie agli anni di lavoro di Visco (alla sua seconda esprienza da regista) tra le fila di MTV.

Per gli studenti e i grandi appassionati, l’appuntamento di sabato prossimo al Teatro Strehler sarà imperdibile: alle 17 salirà in cattedra Jonathan Demme, a cui il Festival dedica una retrospettiva integrale. Un incontro che chi scrive, grande fan de “Il Silenzio degli Innocenti” e della magistrale interpretazione di Sir Antony Hopkins, rimpiange di dover perdere!

Cinema aperto al Parco Sempione

MFF2011 dal 9 al 18 settembre 2011

Vedi il PROGRAMMA

Due concorsi internazionali (lungometraggi e corti); retrospettive e omaggi; alcuni focus, tanti incontri; e molti eventi speciali, anche fuori cinema! In tutta la città… guarda DOVE.

Beatrice Verga