Little Venice, London

di Alessandra Castellano


Una giornata di sole mi porta a passeggiare nelle vicinanze di Willesden Green. Attraverso l’intera Chapter Road, prendo il bus 98 direzione Oxford Circus senza una meta ben precisa. Salgo al secondo piano e mi lascio cadere nel primo posto disponibile: iPod alla mano, e i pensieri fuggono dal finestrino.
Il bus percorre le vie che ogni mattina ripasso a mente mentre mi dirigo in centro, fino ad arrivare alla famosa Maida Vale Street. Nei miei occhi scorrono le tipiche villette a schiera e già immagino, alla prossima curva, quella casetta e il pub all’angolo della strada. Ma è proprio in quel momento che la routine di ogni giorno si spezza e d’improvviso noto un particolare finora sempre sfuggito al mio occhio dipendente dalla consuetudine.



Little Venice, uno dei quartieri residenziali più esclusivi di Londra. Un’area molto lontana dall’immagine della City. Si tratta dell’incantevole punto in cui il ramo del Grand Union Canal, verso Paddington, incontra il Regent’s Canal, abbracciando l’intera zona Sud di Maida Vale.
Sono loro le protagoniste indiscusse, le barche dallo stile inconfondibile ormeggiate sul Regent’s Canal. Non sono delle vere e proprie gondole, ma delle case sull’acqua, curate al minimo dettaglio dai loro possidenti, con la stessa cura maniacale con cui gli inglesi trattano i loro parchi e giardini. Quanti colori e quanta pace.
Ci sono anche molte compagnie che offrono crociere ad orari programmati a bordo di una bus boat in direzione London Zoo e Camden Lock o ancora dei restaurant boat che servono dei magnifici brunch “a galla”.


Ecco il bello di Londra… è che non smetti mai di scoprirla.


This SimpleViewer gallery requires Macromedia Flash. Please open this post in your browser or get Macromedia Flash here.
This is a WPSimpleViewerGallery

Full Screen