Wiener Neustadt nei miei quattro occhi

A sunset not done any justice
Barlow Najima
A sunset not done any justice

WIENER NEUSTADT (Austria) è la città che chiamo terza casa. È cresciuta sopra di me proprio come la tuta di papà degli anni ’70. È casa è Università è amore. Vedo Wiener Neustadt come fondamentale per la futura nostalgia della vita universitaria.

Random window at the pretty uni
Random window at the pretty uni

I dormitori che troppo spesso chiamiamo ‘Wihast’. La città è piatta e libera, allo stesso tempo sembra un parco scientifico in costruzione. Rifletto su come potrà apparire tra cinque anni, immagino come potrà essere allora la nostalgia per me. A soli 30 minuti di treno da Vienna, ideale per coloro che sono attratti dalle grandi città, dalle capitali e dalle luci brillanti. Divertente ripensare a quanto mi sembrasse ostile a quei tempi, con una popolazione di 40.000 persone e connessioni di autobus piene di orari imprevedibili. Ero più giovane allora, sono un po’ più grande ora, molto è cambiato quando guardo questa città. La stazione ferroviaria è dove cambia la mia prospettiva.

A sunset not done any justice
A sunset not done any justice

Quando arrivo, circondata da austriaci e austriache, mi dirigo verso i taxi e ne prendo uno per Viktor Kaplan Straße, la mia casa qui. L’università è parte del motivo per cui Wiener Neustadt è diventata un punto debole nel cuore. Qui i giorni sono lunghi, le notti più lunghe a volte, ma sembra spesso ancora casa. Dietro i dormitori si trova un campo aperto pieno di erba verde e di uno spazio vuoto. Ottimo per liberare la mente, è vuoto, come si vorrebbe fosse la mente di fronte a troppa tensione. Il modo più semplice per definirlo è nient’altro che terapeutico.

Minblowing mind numbing, mind freeing sunset
Minblowing mind numbing, mind freeing sunset

Mi sono affezionata alle passeggiate con gli amici in quello che sembra il mezzo del nulla, alla vita del dormitorio e al modo di vivere qui. Un vantaggio estivo è il vento caldo e la brezza fresca, il peso sembra valerne la pena. Gli inverni potrebbero non finire mai, ma non i bei tempi. Tutto a Wiener Neustadt, proprio qui a Wiener Neustadt. Fatto serio: Med Austron, che vedo ogni giorno fuori dalla mia finestra, è uno dei pochi centri oncologici che usa la terapia a fascio di ioni.