Germania: Köln (Colonia)

Cologne-Moricci-2016-9
Michele Moricci

KÖLN – in italiano, Colonia – non è molto distante da Düsseldorf: in circa 30/40 minuti è possibile raggiungerla in treno. Così, muniti di biglietto, cogliamo l’occasione di visitare la città in cui è nata il celebre profumo per gentlemen.

Appena usciti dalla stazione centrale, la piazza si apre per far spazio alle ampie scale che costeggiano il Duomo della città. Imponente e corvina, la Kölner Dom, è alta 157 metri. Fu costruita tra il 1248 e 1880 che la vide concludersi in un esplosione di gotico sfarzo.

Cologne-Moricci-2016-9

Come Düsseldorf, anche questa città è in perfetto equilibrio tra storia recente – dati i bombardamenti – e architettura moderna ma, benché sia più attiva in fatto di vita notturna rispetto alla vicina, non è altrettanto bella. Secondo la nostra guida Wallpaper*, l’architettura da non perdere è molta, peccato che spesso sia decentrata e difficile da raggiungere. Così, dopo aver passeggiato nel centro per vedere le stradine più tipiche, ci spingiamo lungo il fiume per approdare sulla darsena e concentrarci maggiormente sulla parte moderna della città.

Meta imperdibile è certo quella delle Kranhäuser, abitazioni e uffici a forma di gru che svettano regolari sugli ex-magazzini di grano ristrutturati. Qui è presente anche il Kunsthaus Rhenania, studio di un collettivo di 50 artisti, e poco distante si trova dal 2008 il Microsoft Building.

Cologne-Moricci-2016-7

Il cuore pulsante di questo agglomerato architettonico ci piace moltissimo, lasciandoci senza parole. In pausa sulle scale ombreggiate che guardano il Reno, osserviamo attorno e respiriamo un’aria cosmopolita. Il silenzio aleggia in questo punto futuristico della città. L’insolita aria afosa di agosto non consente tregua e così cerchiamo un posto dove mangiare. Troviamo il delizioso Bona’me, ristorante turco che offre prelibatezze tipiche in chiave contemporanea; in questo ambiente rilassante e minimal, con richiami ottomani, ordiniamo Pita e Coca-Cola.

Tornati in centro, dedichiamo un altro po’ di tempo a curiosare nei dintorni e scoviamo l’Overstolzenhaus con la sua elegante facciata in un tipico esempio di architettura romanica. Soddisfatti anche di questa gita, siamo pronti a tornare a Düsseldorf per goderci l’ultima sera in città prima della partenza.


PREVIOUS STOP > DÜSSELDORF

Vuoi vedere altri scatti? Allora seguimi su Instagram.

Michele Moricci