Magnus: l’App per accedere al mondo dell’arte

MagnusApp-ArtWorld

La chiamano la “Shazam per il mondo dell’arte” – per intendersi subito – ma il suo vero nome è Magnus e la sua missione è democratizzare l’accesso a questo mercato ancora troppo esclusivo.

MagnusApp-ArtWorld

Fondata nel 2013 dal giovane tedesco Magnus Resch, imprenditore con sede a New York, questa nuova applicazione offre a tutti gli interessati all’arte – dai neofiti ai seri collezionisti – un modo per monitorare, scoprire e condividere la loro esperienza.

Sia con le tecnologie più avanzate che con anni di instancabile compilazione e inserimento manuale di dati, Resch e il suo team hanno creato “il database d’arte più completo al mondo” – dicono – “che mostra non solo i prezzi delle opere in gallerie ed aste, ma anche storie sulle esposizioni di gallerie, artisti, musei e fiere d’arte. Noi crediamo che la trasparenza sia un bene. Magnus aiuterà il mondo dell’arte a crescere in questo senso, sia attirando nuovi collezionisti che dando agli acquirenti già esistenti uno strumento a portata di mano per conoscere l’arte ancora di più.”

Per la creazione e il mantenimento del database, chiedono la collaborazione degli utenti tramite una forma di aiuto popolare quanto moderna: crowd-sourcing. “I nostri utenti ci forniscono tutte le immagini: facendo semplicemente una foto con l’applicazione, aggiungono l’opera fotografata al database. Il nostro compito è quello di mantenere il database pulito e revisionare i prezzi. Già oggi, possediamo il database più grande al mondo per l’arte contemporanea, gratuito e per tutti.”

In un’interessante intervista con The Creators Project, pensando al sistema attuale e comune, il fondatore di Magnus si chiede: “Perché è eticamente sbagliato mostrare al pubblico interessato i prezzi di un’opera? Se si è disposti a spendere $10.000 per un’opera d’arte, perché non dovremmo sapere che un’altra galleria ha messo la stessa opera in asta un anno fa per $7.000 e non ha venduto? Sapere questo permetterà al collezionista di prendere una decisione più consapevole.”

Finora, il mercato dell’arte sembra essere d’accordo con Resch, sta abbracciando Magnus e il suo enorme archivio d’informazioni: “Ho ricevuto commenti positivi da artisti, galleristi e collezionisti. Non una sola galleria ci ha chiesto di togliere le opere. Non vedo l’ora di lanciare l’App in altre città.”

Noi l’abbiamo appena scaricata ed è davvero semplice da usare, semplice come fotografare un’opera d’arte e conoscerne immediatamente artista, titolo e prezzo.

Per il momento, funziona solo a New York ma è in arrivo a Londra, Berlino, Hong Kong e molte altre città… Quindi, se sei un vero amante dell’arte (o vuoi anche solo sembrare un esperto), adesso sai che puoi scaricare quest’applicazione attualmente disponibile in versione iOS dall’App Store. È gratis!

*

www.magnus.net